venerdì 30 novembre 2012

Alla scoperta di… John Cheever


Il 2012 che si sta concludendo è, tra le altre cose, l'anno in cui ricorre il centenario della nascita di John Cheever, e il trentennale della sua morte. Negli Stati Uniti, dove ancora oggi Cheever è considerato uno dei nomi più importanti della narrativa contemporanea, la ricorrenza è stata celebrata con la pubblicazione di una nuova edizione dei suoi racconti.
Ma anche in Italia, con molta meno risonanza, grazie a Feltrinelli l'opera di Cheever torna sugli scaffali delle librerie, dopo essere stata snobbata senza motivo per molti anni: se si escludono infatti episodiche edizioni da parte di Longanesi e Garzanti tra gli anni '60 e '70, bisogna arrivare al 2000 per trovare una pubblicazione regolare delle opere dell'autore che Elmore Leonard ha definito "il Cechov dei sobborghi".

Nel 2000 la neonata Fandango Libri ha ristampato le opere principali di Cheever, nella speranza forse di replicare quanto fatto negli anni '90 da minimum fax con Raymond Carver. Anche lì si trattava di una casa editrice esordiente e di un autore americano di culto in patria ma pressoché sconosciuto da noi. Anche se Fandango non è riuscita nel suo intento, l'operazione ha avuto il merito di riportare in auge il nome di Cheever, tanto da convincere Feltrinelli ad acquistare i diritti e avviare una puntuale pubblicazione della sua opera omnia, che colma così un vuoto nella letteratura d'importazione.

Carver, dicevamo. I punti in comune sono diversi, a partire dalla forma narrativa d'elezione, ovvero il racconto. Come in Carver, i protagonisti sono persone comuni, alle prese con la quotidianità e con le piccole meschinità quotidiane, e il linguaggio è essenziale, semplice ma affilato come un bisturi. Ma le somiglianze finiscono qui; perché Cheever ha scritto anche romanzi, perché nelle sue opere le descrizioni contano più dei dialoghi, perché l'alienazione prende forme insolite e irreali (come nei racconti "Il nuotatore" e "Una radio straordinaria") e per molte altre sfaccettature

Leggi il resto dell'articolo.

consulenza gratuita per autori

mercoledì 28 novembre 2012

I libri in uscita in Italia: 28 novembre - 4 dicembre



Ultime settimane di strenne natalizie. Lo si vede anche dal numero minore di uscite librarie questa settimana: niente paura, dopo aver segnalato i titoli più significativi di questi giorni, ne approfittiamo per recuperare alcuni libri usciti a novembre e che avevamo tralasciato per un motivo o per un altro.

Maurizio De Giovanni, "Vipera"
Una nuova avventura del commissario Ricciardi, il poliziotto napoletano creato da De Giovanni – favorito per la vittoria finale al premio Scerbanenco – che sa ascoltare le ultime parole dei morti e che presto potrebbe diventare protagonista di una fiction tv.
Ambientato nel 1932, "Vipera" racconta l'indagine sulla morte della prostituta più famosa di via Chiaia.
Einaudi, 360 pp., 18 €. In uscita il 28 novembre

P. C. Cast e Kim Doner, "La casa della notte. Il manuale del novizio".
Compendio alla saga urban fantasy "La casa della notte", che ha ottenuto un certo successo anche da noi, questo Manuale è in buona sostanza la guida per i giovani vampiri che devono attraversare il periodo post-trasformazione.
Attraverso il racconto della Somma Sacerdotessa Zoey Redbird vedremo sotto una luce nuova le gesta di Cleopatra e le leggende di Circe.
Nord, 176 pp., 16,50 €. In uscita il 29 novembre.

Giovanni Negri, "Prendete e bevetene tutti".
Dopo "Il sangue di Montalcino", torna con una nuova indagine il commissario Cosulich, creato da Giovanni Negri, ex politico ora produttore di vino.
E anche in questo caso, è il vino ad accompagnare l'indagine ambientata nella Franciacorta.
Il commissario Cosulich deve indagare sulla morte del "padre" delle bollicine italiane, in un'inchiesta che lo porterà ad approfondire i legami tra il vino e la religione.
Einaudi, 260 pp., 18 €. In uscita il 4 dicembre.

 Leggi il resto dell'articolo.

consulenza gratuita per autori


martedì 27 novembre 2012

Consigli di un talent scout: l'incipit




Siamo all'ultimo appuntamento di questo primo ciclo di incontri con Vittorio Severini e, se i suoi consigli sono stati utili, qualcuno di voi avrà già la penna in mano. Perciò, eccoci a parlare dell'incipit.

Ci insegnano a essere originali, e forse è per questo che ci viene l'ansia del foglio bianco, quella che chiamano blocco dello scrittore. C'è anche chi tende a classificarli, gli incipit, distinguendo tra descrittivo, narrativo, o a effetto. Ma ormai mi conoscete, e sapete che trovo questi schemi tanto semplici quanto inutili. Perciò partiamo con questa lezione sull'incipit, ma sappiate che non vi dirò di certo quale sarà il vostro.

Andiamo con ordine e partiamo dal principio, vale a dire il foglio bianco. Voglio tranquillizzarvi in proposito, e perciò vi dirò di cosa non preoccuparvi. Non preoccupatevi di chi vi dice che l'editore leggerà solo le prime tre pagine, perché a) non è sempre vero, e comunque la casa editrice legge con metodo, perciò anche da poche pagine fa un'analisi dettagliata; b) potete sempre ritornarci in un secondo momento, non dovete mica pubblicarlo oggi; c) non è detto che un buon incipit debba essere sorprendente, convincente o mirare dritto al punto. Leggi il resto dell'articolo.

consulenza gratuita per autori


lunedì 26 novembre 2012

La classifica: i libri e gli ebook più venduti in Italia



Consueto appuntamento bimestrale con le classifiche librarie italiane. Per quanto riguarda il mercato tradizionale della "vecchia cara carta" diamo un turno di riposo a Nielsen Bookscan per Tuttolibri e ci affidiamo stavolta alla classifica de La Feltrinelli; per gli ebook, in mancanza di una graduatoria ufficiale, continuiamo la rotazione fra i principali store on-line ed è la volta di Ibs e Amazon.

– Classifica La Feltrinelli, aggiornata al 25 novembre

1° Daniel Pennac, "Storia di un corpo", Feltrinelli. 
Lentamente ma costantemente, il nuovo romanzo di Pennac ha scalato le classifiche e, a un mese dall'uscita, ha conquistato il primo posto.
La commovente storia di Lison, che dopo essere tornata a casa dal funerale del padre riceve in regalo il "diario del corpo" che il genitore ha tenuto dall'età di 12 anni, continua ad appassionare sempre più lettori, facendo scendere al secondo posto l'inossidabile Camilleri.

2° Andrea Camilleri, "Una voce di notte", Sellerio Editore.


3° Margaret Mazzantini, "Venuto al mondo", Mondadori
A due anni e mezzo dall'uscita, datata 25 maggio 2010, il romanzo di Margaret Mazzantini torna in classifica sull'onda del film che il marito Sergio Castellitto ne ha tratto (come già fece con "Non ti muovere") e che è uscito nelle sale l'8 novembre scorso. Curiosamente, anche il film è al terzo posto nella classifica cinematografica.

4° Marco Malvaldi, "Milioni di milioni", Sellerio Editore.

5° Ian McEwan, "Miele", Einaudi.

6° E. L. James, "Cinquanta sfumature di grigio", Mondadori.

7° Paolo Giordano, "Il corpo umano", Mondadori.

8° Erri De Luca, "La doppia vita dei numeri", Feltrinelli.
Sono bastate meno di due settimane dall'uscita per portare il nuovo lavoro di Erri De Luca, storia natalizia di ispirazione teatrale, ai posti alti della classifica dei libri più venduti. Stesso discorso per il libro di Sepulveda al 9° posto, uscito negli stessi giorni.

9° Luis Sepulveda, "Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico", Guanda.

10° Valerio Massimo Manfredi, "Il mio nome è nessuno - Il giuramento", Mondadori.
Di nuovo nella top ten anche l'ultimo romanzo dello scrittore archeologo Manfredi, che dopo un'escursione "moderna" con "Otel Bruni" torna all'età classica con il primo di due volumi dedicati alla storia di Ulisse, dalla nascita a Itaca fino alla caduta di Troia.
consulenza gratuita per autori

venerdì 23 novembre 2012

Alla scoperta di… i finalisti del Premio Scerbanenco



È stata ufficializzata la cinquina di finalisti dello Scerbanenco 2012, il premio letterario per i gialli e noir intitolato a Giorgio Scerbanenco, maestro della narrativa di genere (che sicuramente meriterebbe un "alla scoperta di…"). Nell'albo d'oro della manifestazione spiccano i nomi di Carlo Lucarelli, Tiziano Sclavi, Giancarlo De Cataldo e Marco Vichi. Il 12 dicembre a Courmayeur verrà consegnato il premio, ma intanto andiamo a conoscere meglio i finalisti, anche perché alcuni di loro sono all'esordio, o comunque sono nomi ancora poco noti al grande pubblico.

Massimo Carlotto, "Respiro corto", Einaudi.
In rigoroso ordine alfabetico cominciamo con quello che è il più conosciuto tra i finalisti. Massimo Carlotto ha esordito nel 1995, con "Il fuggiasco", in cui romanzava la drammatica vicenda giudiziaria di cui è stato protagonista tra il 1976 e il 1993. Successivamente, per le Edizioni E/O ha creato il personaggio dell'Alligatore, e si è affermato come l'unico vero autore italiano "noir" nel senso proprio del termine.
Attingendo al proprio vissuto, così come al patrimonio letterario di genere (Jean-Claude Izzo su tutti), i suoi romanzi danno sempre ampio spazio al mondo affascinante e crudele al tempo stesso della criminalità organizzata, italiana e internazionale.
È così anche in "Respiro corto", il suo primo libro per Einaudi, in cui personaggi provenienti da parti diversissime del mondo si incontrano a Marsiglia – il crocevia dei traffici fra Europa e Africa – scatenando una guerra di clan con i criminali della vecchia guardia.

mercoledì 21 novembre 2012

I libri in uscita in Italia: 21-27 novembre



Nuova infornata di titoli che troveremo in libreria nei prossimi 7 giorni. La nostra selezione prende in considerazione in prevalenza la narrativa, e gli inediti. Per le ristampe in uscita che riteniamo particolarmente meritevoli, c'è lo spazio "Alla scoperta di…", che venerdì scorso si è occupato di "Vivi e lascia morire" di Ian Fleming, in uscita domani.

Nadine Gordimer, "Ora o mai più".
Il nuovo romanzo della scrittrice premio Nobel è ambientato nel Sudafrica post-apartheid.
Protagonista è una coppia: lei nera, lui bianco, hanno lottato insieme contro il vecchio regime e ora decidono di sposarsi, anche se il matrimonio interrazziale è ancora fuorilegge. Soprattutto, non possono aspirare alla normalità in un paese lacerato dalle lotte e dalla corruzione.
Feltrinelli, 432 pp., 20 €. In uscita il 21 novembre.


John Cheever, "Una specie di solitudine".
Considerato un erede americano di Cechov, ammirato da più generazioni di autori, da Hemingway a Foster Wallace, John Cheever non ha potuto godere della stessa fama dei suoi illustri estimatori, soprattutto in Italia.
Ora Feltrinelli meritoriamente sta pubblicando l'intera opera di questo autore, scomparso nel 1982 a 70 anni; "Una specie di solitudine" raccoglie i diari scritti da Cheever dagli anni '40 alla morte.
Feltrinelli, 512 pp., 20 €. In uscita il 21 novembre.

Michael Crichton e Richard Preston, "Micro".
Alla sua morte, nel 2008 a 66 anni, Crichton aveva un romanzo incompleto a cui stava ancora lavorando.
Nel 2009, l'editore americano allora ha commissionato a Richard Preston di terminarlo basandosi sui numerosi appunti lasciati da Crichton.
Oggi dunque l'autore di "Jurassic Park" può tornare in libreria con questo tecno-thriller ambientato nel mondo della microrobotica, ideale seguito di "Next".
Garzanti, 480 pp., 18,80 €. In uscita il 22 novembre.

consulenza gratuita per autori

martedì 20 novembre 2012

I consigli del talent scout: l'universo narrativo



Nuovo appuntamento con i consigli del talent scout Vittorio Severini, che qui risponde ai dubbi più frequenti degli autori. Nelle scorse settimane abbiamo parlato di generi letterari, di presentazione del manoscritto e, come anticipato l'ultima volta, adesso tocca all'ambientazione.

Voi siete Dio. Nella Genesi del vostro romanzo (della vostra Creazione, oserei dire) voi siete Dio, e come tale avete il compito di plasmare l'universo. Narrativo, ovviamente.

Avete in mente una bella storia, vi muovete con sicurezza nel vostro genere preferito, avete dei personaggi ben riusciti: tutto questo non serve a niente se la storia e i personaggi non si muovono in un mondo coerente, credibile, verosimile. A volte, per esempio quando si sta scrivendo una storia con percorsi narrativi e personaggi "forti", si tende a lasciare che il mondo sia solo uno sfondo necessario ma non fondamentale: non c'è niente di male, purché questo sia frutto di una vostra decisione e non di pigrizia. Allora, per farla breve, l'universo narrativo deve essere un tutt'uno con gli altri elementi della storia, e dovete dargli quantomeno la stessa attenzione che darete al protagonista. In ogni caso le regole da tenere in considerazione sono essenzialmente tre.

La prima regola è rispettare le regole. Alla base di tutto c'è la sospensione dell'incredulità; se avete una minima dimestichezza con la narratologia sapete di cosa sto parlando, altrimenti posso sintetizzarla così: è quel patto tacito che si stabilisce tra il lettore e l'autore (o meglio, tra il lettore e l'opera letteraria) e secondo il quale il primo accetta tutto quello che il secondo avrà creato. Purché, ovviamente, non ci siano strafalcioni clamorosi, o eventi che violino le regole del mondo. Posso accettare senza battere ciglio che nel mondo del Signore degli Anelli esistano hobbit ed elfi, non che arrivino gli alieni a bordo di un'astronave – non a caso Tolkien ha studiato a fondo il concetto, e ne ha parlato nel saggio On Fairy Stories. Ovviamente questo concetto non va trascurato mai, a prescindere dal genere, anche se è ovvio che nel creare mondi di fantasia sia di importanza centrale. Vi è mai capitato, leggendo "Alice nel paese delle meraviglie", di pensare che il Cappellaio matto non esiste?

consulenza gratuita per autori

lunedì 19 novembre 2012

USA: i libri in uscita a novembre e le classifiche



Soprattutto thriller in questo ultimo scampolo di novembre sugli scaffali statunitensi. Segnaliamo i due più importanti – anche perché sono sicuramente quelli che arriveranno prima da noi. Poi, spazio alle classifiche dei bestseller del New York Times.

David Baldacci, "The Forgotten", in uscita il 20 novembre.
David Baldacci, scrittore di thriller e legal-thriller dalle chiare origini italiane (autore tra l'altro de "Il potere assoluto", da cui è stato tratto l'omonimo film di Clint Eastwood), riporta sulla pagina il personaggio di John Puller, l'agente speciale dell'esercito che aveva debuttato l'anno scorso nel romanzo "Zero day", ancora inedito in Italia.
In questa nuova avventura, Puller si trova a indagare sulla morta della zia, avvenuta apparentemente per un incidente in un'incantevole località che si affaccia sul Golfo della Florida, Paradise. Ma a Paradise, come si conviene in ogni storia del genere, sotto la superficie di perfezione nasconde dei segreti che sono alla base del delitto su cui Puller deve fare luce.

Michael Connelly, "The Black Box", in uscita il 26 novembre.
Tra i più importanti esponenti della narrativa poliziesca americana, Michael Connelly torna con la diciottesima avventura di Harry Bosch, il suo personaggio più famoso.
Si dice che la fortuna di questo autore sia nata quando l'allora presidente Clinton venne fotografato mentre acquistava un suo romanzo; per quanto quell'insperata pubblicità lo abbia aiutato, il successo di Connelly è dovuto alla solidità delle sue trame e al complesso universo di eventi e personaggi che ha creato negli oltre 20 anni di attività.
In Italia i suoi romanzi sono pubblicati da Piemme, anche se non sempre nell'ordine di uscita corretto, indispensabile per una saga caratterizzata da una forte continuity tra un volume e l'altro.
Harry Bosch anche in questo romanzo continua a lavorare come detective nella sezione crimini irrisolti della polizia di Los Angeles e si dovrà occupare di un delitto avvenuto nel 1992 durante le rivolte razziali.
consulenza gratuita per autori

venerdì 16 novembre 2012

Alla scoperta di… Ian Fleming e gli 007 di Adelphi


Uscirà la settimana prossima, per l'esattezza il 21 novembre, "Vivi e lascia morire", il secondo capitolo della saga di James Bond in corso di ripubblicazione da parte di Adelphi. In tanti hanno visto i film della serie "007", ma in quanti hanno letto i romanzi e conoscono il loro autore?

Sarà James Bond il nuovo Maigret di Adelphi? Perdonateci il paragone azzardato, non è nostra intenzione tracciare un parallelo tra i due personaggi, né tantomeno accostare Georges Simenon, ormai riconosciuto maestro della letteratura del '900, a Ian Fleming. Eppure l'accostamento viene spontaneo se, proprio mentre arrivavano al capolinea con la 75° uscita le Inchieste del commissario Maigret, la casa editrice milanese annunciava di voler ripubblicare l'intera serie con protagonista l'agente segreto 007. D'altronde non è pur vero che fino a qualche anno fa anche Simenon, almeno in Italia, era considerato un modesto scrittore di polizieschi e nulla più?

Dopo "Casino Royale" pubblicato a luglio, ora tocca a "Vivi e lascia morire" – anche se fa strano vedere un autore così "pop" in un catalogo che comprende Milan Kundera, Sandor Marai, o "Le nozze di Cadmo e Armonia". Fleming è un autore senza dubbio meno prolifico e meno complesso di Simenon, ma non per questo meno interessante; soprattutto è un autore tradito come pochi altri dalla trasposizione cinematografica delle sue opere, che gli ha dato una enorme fama travisando completamente il suo stile.

giovedì 15 novembre 2012

Self-publishing: diteci la vostra


Tutto è cominciato così, o almeno così è diventato famoso: con un'autrice che, dopo aver ricevuto numerosi rifiuti, ha deciso di mettere in vendita il suo romanzo su Amazon e poi, dopo milioni di copie vendute, è stata finalmente presa in considerazione dagli editori. Da quel momento, la parola self-publishing è sulla bocca di tutti, per alcuni un sogno per altri un business.

Eccoci allora a fare il punto su questo nuovo modo di fare libri, in attesa di più dettagli sulla nascita della piattaforma self-publishing targata Mondadori.

Innanzitutto, digitale o cartaceo? Stando alla lettera, self-publishing vuol dire semplicemente auto-pubblicazione, quindi vale tanto per chi, come Amanda, mette in vendita il suo ebook quanto per chi stampa 20 copie del suo libro e le distribuisce alla fiera del paese. Il discorso non cambia: prendi il tuo romanzo, gli dai una forma, ti cerchi i lettori, non dividi con nessuno (o quasi) la fama e i guadagni, ma assumi su di te tutti gli oneri, compresi quelli tecnici e burocratici.

Oneri che, va detto, non sono pochi. E sarà per questo che la rete pullula di agenzie per il self-publishing. Ma siamo sicuri che sia davvero ancora "self" e non piuttosto una forma mascherata di editoria a pagamento? Vediamone qualcuno.


Richiedi una consulenza gratuita...»

mercoledì 14 novembre 2012

I libri in uscita in Italia / 14-20 novembre



Nuovo appuntamento con il ricco carnet di uscite librarie nei mesi pre-natalizi. Siamo nel periodo delle strenne, ed è in queste settimane che si concentrano le novità più attese che culmineranno poi con quelle immediatamente a ridosso del Natale.

Erri De Luca, "La doppia vita dei numeri"
Nuova fatica letteraria del prolifico autore napoletano. Testo di ispirazione teatrale, questo "La doppia vita dei numeri" vede un fratello e una sorella che passano la sera dell'ultimo dell'anno insieme, in casa da soli assieme alla domestica Italia.
Al momento dell'immancabile tombola, davanti ai loro occhi si materializzano i fantasmi dei loro genitori, "convocati alla tavola dei vivi" per giocare con loro e con i loro ricordi.
Feltrinelli, 80 pp., 8 €. In uscita il 14 novembre.

Luis Sepulveda, "Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico".
Dopo la "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare", l'autore cileno torna alla narrativa per l'infanzia e a raccontare le differenze grazie aòla commovente storia di Mix, il gatto di Max.
Anziano e quasi cieco, Mix è costretto a passare buona parte della giornata da solo. Un giorno Mix sente dei rumori e intuisce che si tratta di un topo.
Da qui nascerà un'amicizia che cambierà la vita di entrambi.
Guanda, 10 €. In uscita il 15 novembre.


martedì 13 novembre 2012

Consigli di un talent scout: i personaggi


Quarto appuntamento con Vittorio Severini, dopo i consigli sulla voce dell'autore, i generi letterari e la presentazione del manoscritto.
Oggi si entra nel vivo dell'atto creativo, e in particolare della narrazione: parliamo infatti dei personaggi.

Dei personaggi direi innanzitutto che voi autori siete in cerca di loro più di quanto loro non lo siano di voi. O meglio, ne avete un disperato bisogno, ma spesso non lo sapete ed è per questo che vi sembra non siano mai abbastanza buoni. Chiedete loro di essere a tutto tondo, consistenti, sfaccettati, indimenticabili. Ma voi cosa gli date in cambio?

Volete che il vostro personaggio abbia il carisma di un Bel Ami, il fascino avventuroso di un Robinson Crusoe, gli amorosi tormenti di Anna Karenina e la saggezza di tutte le quattro Piccole Donne messe insieme. Ma soprattutto, che siano originali.



Richiedi una consulenza gratuita...»

lunedì 12 novembre 2012

Le classifiche dei libri (e degli ebook) in Italia



Torniamo a dedicarci alle classifiche librarie italiane, dopo quelle statunitensi. Questa settimana ci affideremo ancora una volta a Nielsen Bookscan per Tuttolibri e, per turn-over, alla classifica di Ibs. Per quanto riguarda gli ebook, in mancanza di una diversa graduatoria, abbiamo scelto Feltrinelli e BookRepublic.

– Classifica Nielsen Bookscan (dal 28 ottobre al 3 novembre, pubblicata su Tuttolibri del 10 novembre).

1° Andrea Camilleri, "Una voce di notte", Sellerio Editore.
Al primo posto si conferma il nuovo romanzo con protagonista il commissario Montalbano, in attesa della immancabile trasposizione televisiva.
Uscito meno di un mese fa, il romanzo è rapidamente arrivato in testa alla classifica dei libri e (come vedremo) anche a quella degli ebook.

2° David Grossman, "Caduto fuori dal tempo", Mondadori.
Nonostante il tema difficile – il lutto per la perdita del figlio – declinato a metà tra il romanzo, il poema e il saggio, David Grossman conquista la seconda posizione a pochi giorni dall'uscita nelle librerie.

3° George R. R. Martin, "La danza dei draghi", Mondadori.
Terza e ultima parte del quinto dei sette romanzi (non è uno scioglilingua, è che in Italia sono stati divisi in 11 tomi) della saga "Le cronache del ghiaccio e del fuoco", con cui Martin ha rivoluzionato il genere fantasy.

4° Marco Malvaldi, "Milioni di milioni", Sellerio Editore.

5° Paolo Giordano, "Il corpo umano", Mondadori.

– Classifica Ibs (i libri più venduti su Ibs, aggiornata al 10 novembre)

1° Andrea Camilleri, "Una voce di notte", Sellerio Editore.

2° Marco Malvaldi, "Milioni di milioni", Sellerio Editore.
Il giallista pisano Malvaldi fa di nuovo centro con l'immaginario paesino di Montesodi Marittimo, "il paese più forte d'Europa", e la sua varia umanità.

3° George R. R. Martin, "La danza dei draghi", Mondadori.

4° E. L. James, "Cinquanta sfumature di grigio", Mondadori.

5° David Grossman, "Caduto fuori dal tempo", Mondadori.



venerdì 9 novembre 2012

Alla scoperta di… "The Casual Vacancy" di J. K. Rowling


L'uscita in Italia è prevista per il 6 dicembre, ma all'estero è ormai cosa nota e nella classifica del New York Times ha già ceduto il posto ad altri, rimanendo in prima posizione solo per una settimana, ed è scomparsa anche da quella del Times britannico. Eccoci allora a qualche anticipazione sul romanzo per adulti dell'autrice di Harry Potter.

"The casual vacancy". Il titolo in italiano sarà "Il seggio vacante" ma noi preferiamo continuare a chiamarlo con il titolo originale perché a quello ci siamo affezionati e, a dirla tutta, ci convince anche di più. Oppure possiamo continuare a chiamarlo sempre e solo il nuovo libro di J. K. Rowling. Sarà edito da Salani, ma di fanciullesco non ci sarà proprio nulla, perché in questa storia non solo manca la magia, sembra assente qualunque elemento di positiva umanità. Qualcuno ha paragonato i concittadini che popolano il romanzo ai "non maghi" o "babbani" zii adottivi di Harry, e i fan della saga capiranno presto che vuol dire: egoismo e affari spesso sporchi di sesso e droga la fanno da padrone in "The casual vacancy", una morte apre il romanzo e un'altra lo chiude, ma lei, l'autrice, raffigura tutto questo con ironico distacco, quasi senza immedesimazione, come chi non se ne interessa perché sa che esiste un altro mondo, migliore, come quello della magia.

Ma se questo atteggiamento poteva funzionare in Harry Potter, dove prima o poi la magia sarebbe arrivata e lo si sapeva dal primo momento, per un romanzo realistico qualche dubbio ci viene. Così come ci viene il dubbio del perché, un'autrice che era riuscita a fare dal fantasy pezzi di letteratura, ora debba mettersi a fare qualcos'altro di più, come se i sette Harry Potter non valessero abbastanza. Queste però sono nostre supposizioni, non sappiamo cosa abbia spinto la Rowling a scrivere questo libro e mettere momentaneamente da parte un nuovo romanzo per bambini (ne racconta qualcosa in questa intervista).

giovedì 8 novembre 2012

Concorrenza a suon di ebook


Eccoci al post con le notizie dell'editoria. La storia che vogliamo raccontarvi oggi riguarda l'annosa questione dell'Iva sugli ebook e di conseguenza del loro prezzo, ma non è tutto. Perché sembra proprio che dall'uscita del Kobo e dall'annuncio della piattaforma self-publishing di Mondadori, qui in Italia il digitale sia diventato un imperativo da mettere in pratica il prima possibile.

Innanzitutto, la corsa in libreria: dopo la fusione tra store on line e negozi fisici targata inMondadori, Amazon fa un accordo con la libreria Hoepli, e così chi vive a Milano potrà "toccare" il Kindle prima di acquistarlo.

Anche gli editori non tardano ad adeguarsi, e se i social network pullulano di pubblicità per la versione digitale di libri già in commercio, i più avanzati propongono opere "ebook only": è uscito la settimana scorsa "Scatola Nera" di Jennifer Egan (minimum fax, qui la nostra recensione), ed è previsto per il 15 novembre il lancio di Guanda.bit, collana di testi brevi che ci ricorda la nascita, quasi un anno fa, di Feltrinelli Zoom.

Sempre di pochi giorni fa la notizia sul Corriere di "Albo Autori", una nuova comunity dedicata a chi scrive e cerca un editore, forse sulla falsariga de ilmiolibro. E tutto mentre in Francia la guerra tra editori e Google arriva fino all'Eliseo.

Ma quello di cui ci preme parlarvi, perché pensiamo interessi molto chi legge, è la questione del prezzo degli ebook. Aveva detto la sua poco tempo fa Marco Polillo, presidente Aie, sulla testata "Gli amanti dei libri", spiegando appunto che è difficile abbassare il prezzo degli ebook perché non godono dell'Iva agevolata come i libri cartacei. La notizia è che l'Unione Europea, mentre una Commissione specifica lavora all'uniformazione della tassa, ha costretto Francia e Lussemburgo ad alzarla, proprio loro che erano gli unici a non far differenze in questo senso tra carta e digitale. Senza entrare nel merito della questione (di cui trovate un approfondimento su Agoravox) e sulle conseguenze su Amazon che ha appunto la sede in Lussemburgo, vogliamo fare qualche discorso in merito.

mercoledì 7 novembre 2012

I libri in uscita a novembre in USA


James Patterson, prolifico autore di thriller pubblicato in Italia da Longanesi, torna con la nuova avventura di uno dei suoi personaggi più amati, il detective Alex Cross (già portato sullo schermo con le fattezze di Morgan Freeman ne "Il collezionista").
Snobbato dai critici ma sempre nella classifica dei best-seller "di genere", Patterson appartiene a quella categoria di scrittori definiti "page-turner", per la capacità di tenere alta la suspense e far "girare pagina" con qualsiasi mezzo. Sarà così anche in "Merry Christmas, Alex Cross", in cui il detective dovrà salvare una famiglia presa in ostaggio la vigilia di Natale.

Cambiamo decisamente genere con la nuova raccolta di racconti di Alice Munro, secondo Jonathan Franzen "la più grande scrittrice nordamericana vivente", più volte in corsa per il premio Nobel.
Come sempre nelle sue opere, la penna della Munro tratteggia momenti di vita quotidiana, normali eppure straordinari, nella sua location preferita, quella del Canada in cui è nata e vive.
Lo scorso mese la Munro avrebbe dovuto presentare la raccolta all'International Festival of Authors di Toronto ma ha dovuto annullare l'evento per problemi di salute.

"Diary of a wimpy kid", il "Diario di una schiappa" di Jeff Kinney approdato da anni anche in Italia (e al cinema) arriva al suo settimo capitolo, intitolato "The third wheel".
Il nostro Greg Heffley è in cerca di una partner per il ballo di San Valentino, e inaspettatamente trova un'accompagnatrice mentre il suo amico Rowley è da solo.
Ma alla fine non è detto che sia Greg quello fortunato in amore, neppure in questo caso.
Per l'edizione italiana bisognerà aspettare la fine del 2013.

martedì 6 novembre 2012

Consigli di un talent scout: la presentazione del manoscritto


Bentrovati all'appuntamento del martedì con Vittorio Severini. Dopo i consigli su come far arrivare la propria voce al lettore e sui generi letterari, oggi il nostro talent scout ci parlerà di come presentare il manoscritto all'editore. 

L'apparenza inganna, i luoghi comuni anche, ed è per questo che bisogna averne cura. Lo so, avete un talento e il buon editore deve riconoscerlo a prescindere. E poi, nel suo ruolo di imprenditore, deve anche investire sulla vostra crescita e il vostro miglioramento.

Ancora per abusare di frasi fatte, aiutati che Dio ti aiuta dice il saggio: e allora il letterato che è in voi non se la prenda poi troppo se userete qualche accortezza nel presentare il manoscritto all'editore. Vediamo come fare.

lunedì 5 novembre 2012

I libri in uscita in Italia / 6-13 novembre



Siamo nel periodo delle strenne, e le uscite librarie si moltiplicano. I libri da segnalare sono tanti e lo spazio da dedicargli è poco, perciò in queste settimane anche il post del lunedì (che nella tradizione recentemente inaugurata era dedicato agli eventi) sarà riservato alle nuove uscite. Niente paura per gli eventi, i più importanti saranno comunque segnalati in post speciali.


Gian Antonio Stella, "I misteri di via dell'Amorino". Firma di punta del Corriere della Sera e autore, con Sergio Rizzo, del best-seller "La Casta", Gian Antonio Stella racconta una storia che sembra un romanzo, e che invece è uno dei primi scandali dell'Italia unita. La storia di Cristiano Lobbia, un garibaldino che, diventato deputato, denuncia la cessione della Regia dei Tabacchi a una società anonima e diventa così oggetto di intimidazioni, minacce e della "macchina del fango".
Rizzoli, 17 €. In uscita il 7 novembre.


Jeffery Deaver, "Sarò la tua ombra".
Dopo "La consulente", secondo inedito dell'anno per un altro dei maestri del thriller americano. Protagonista di questo romanzo è Kathryn Dance, già apparsa in altri romanzi come collaboratrice di Lincoln Rhyme, il detective tetraplegico de "Il collezionista di ossa".
Kathryn correrà in aiuto di una giovane cantante perseguitata da un fan; e lo stesso Rhyme tornerà in pista per collaborare alle indagini.
Rizzoli, 504 pp., 18,50 €. In uscita il 7 novembre.


Gianni Mura, "Ischia".
Giornalista sportivo tra i più apprezzati (e a ragione) in Italia, penna finissima come il suo maestro Gianni Brera, Mura si ripresenta nella veste di giallista con il suo investigatore Jules Magrite (già apparso in "Giallo su giallo").
Nella cornice di Ischia, Magrite e la bella giudice Michelle Lapierre indagano sull'omicidio di un rumeno, tra scenari magici e personaggi irresistibili.
Feltrinelli, 144 pp., 14 €. In uscita il 7 novembre.


venerdì 2 novembre 2012

Alla scoperta di… Jonathan Franzen - "Più lontano ancora"



È uscita per Einaudi la raccolta di saggi "Più lontano ancora", di Jonathan Franzen. L'abbiamo anticipato mercoledì, con i libri del mese, ma ora vogliamo approfondire la questione sull'autore delle Correzioni.

"Le Correzioni" è il suo romanzo più famoso, premiato in diverse occasioni, tra cui il National Book Award, e finalista alla sezione narrativa del Pulitzer.
"Più lontano ancora" è la sua ultima opera, pubblicata da Einaudi e uscita in Italia il 30 ottobre.

"Farther away", questo il titolo originale, è una raccolta di 21 tra saggi e riflessioni dell'autore statunitense, testi scritti tra il 1998 e il 2011 e pubblicati sul New Yorker, sul New York Times e su altri tra riviste letterarie e giornali americani.

Un'avvertenza, prima di tutto: il Franzen saggista non è il Franzen romanziere. Non si tratta di un giudizio qualitativo, perché entrambi i Franzen sono maestri nel loro genere, ma se non si è in sintonia con il modo di pensare e di scrivere, spesso caustico, dell'autore allora questa raccolta di saggi non è la più indicata. Non si tratta solo di intrattenimento ma soprattutto di riflessioni, sui temi più vari: dal senso della vita alla caccia agli uccelli. Senza tralasciare, ovviamente, la letteratura.