lunedì 30 settembre 2013

I libri in uscita negli Usa: 1-15 ottobre



Torniamo a girare il mondo con le nuove uscite in libreria. Ripartiamo dove ci eravamo fermati, cioè negli Stati Uniti. Tanto per cambiare, è il genere thriller a farla da padrone – nelle sue varie declinazioni – grazie alle nuove creazioni di alcuni del maggiori "bestselleristi" nel campo.

Jeffery Deaver, The October List
Abbandonate per il momento le sue creature predilette, come Lincoln Rhyme e Katherine Dance, e lasciata alle spalle l'esperienza di far rivivere James Bond, Jeffery Deaver torna in libreria con un thriller che parte dalla più classica delle premesse: una bambina di sei anni viene rapita, e sua madre cerca disperatamente di trovarla.
Due le particolarità del romanzo dell'autore de "Il collezionista di ossa": la prima è che tutta la vicenda si svolge in 48 ore, la seconda è che viene raccontata a ritroso, partendo cioè da quando la madre della piccola rapita riceve la visita inattesa del rapitore, armato di pistola. Come siamo arrivati fino a quel punto?

Richard North Patterson, The Loss of Innocence
La perdita dell'innocenza di cui parla il titolo non è solo quella ventiduenne Whitney Dane, che passa l'estate con i genitori nell'elegante Martha's Vineyard, ma per esteso quella di tutta l'America, in un anno, il 1968, contraddistinto da incertezze, scontri sociali e guerre.
La strada della famiglia Dane, che incarna la perfezione del sogno americano, e in particolare Whitney che pensa di non avere nient'altro da chiedere alla vita, si incrocia con quella di Ben Blaine, un giovane spiantato ma carismatico, ambizioso e indipendente.
Il semplice contatto con Ben porterà i Dane a sgretolarsi e a rischiare di perdere tutto.


consulenza gratuita per autori

mercoledì 25 settembre 2013

Libri. Le nuove uscite in Italia: 26 settembre - 1 ottobre



Ian Sansom, L'odore della carta
Immaginiamo per un momento che la carta stia per scomparire. Cosa andrebbe perduto? Tutto. Siamo circondati dalla carta. Tuttavia, sembra che l'epoca della carta sia al tramonto.
Ian Sansom esplora tutti i paradossi di questo eccezionale materiale e la sua presenza, silenziosa e ininterrotta, dietro ogni aspetto della nostra vita. Un'opera divertente e stracolma di curiosità e informazioni, una riflessione di straordinaria attualità.
TEA, 240 pp., 13€. In uscita il 26 settembre.


Marija Elifërova, Morte di un autore
Londra, 1913. Miroslav Eminovič diventa una star nell'ambiente letterario inglese. Giornalisti, critici e celebrità varie, tutti vogliono conoscerlo, ma ignorano che Miroslav è veramente il vampiro descritto nel romanzo che lo vede protagonista, e questo riserva qualche brutta sorpresa a chi lo avvicina con troppa leggerezza.
Un'inconsueta rilettura del mito di Dracula, un thriller in stile retrò, immerso in un’atmosfera inquietante ma ricca di humor nero.
Voland, 240 pp., 15€. In uscita il 26 settembre.

consulenza gratuita per autori

martedì 24 settembre 2013

In & Out: i generi letterari




Secondo appuntamento con In & Out, lo spin off dei Five Tips. Per farla breve, si tratta di consigli in pillole per la scrittura: ogni settimana analizzeremo qualche elemento topico della scrittura e dei generi letterari, decidendo se è In o Out. Malgrado il taglio apparentemente manicheo della rubrica, cercheremo di evitare giudizi tagliati con l'accetta, e comunque i nostri consigli hanno sempre una buona dose di ironia. Oggi tocca ai generi letterari.

Giallo - La camera chiusa. Tutti i grandi giallisti si sono cimentati prima o poi con l'enigma della camera chiusa, quel particolare tipo di mistero per cui un omicidio avviene in una stanza chiusa dall'interno e da cui è impossibile uscire, eppure non si tratta di suicidio. Un enigma particolarmente affascinante, affrontato da Edgar Allan Poe, Gaston Leroux, poi da Edgar Wallace, Van Dine ed Ellery Queen. Ciononostante, l'enigma della camera chiusa è irrimediabilmente Out. Per quanto sia innegabilmente affascinante, ormai è un archetipo superato, tanto è vero che raramente le soluzioni trovate dai grandi giallisti sono soddisfacenti (finisce sempre per esserci il trucco, un passaggio segreto, un sofisticato meccanismo, un fantasma), quindi meglio evitare.

Fantasy - Il prescelto. È In, ma solo perché non ce la sentiamo di escludere a priori un archetipo così importante del genere. Quindi, esplicitando il consiglio: va bene, ma solo se non ne potete fare a meno. La questione del prescelto ritorna ciclicamente nel fantasy, ma dopo il successo di Harry Potter c'è stato un effetto valanga. Come per la camera chiusa, avere un prescelto è un elemento affascinante, ma non può bastare: se un personaggio è insignificante o mal caratterizzato, lo sarà anche se è predestinato a sconfiggere il Male.
consulenza gratuita per autori

lunedì 23 settembre 2013

Classifiche: i libri più venduti negli Stati Uniti



Riprendiamo il nostro giro per il mondo a vedere le classifiche dei best seller internazionali, e cominciamo con gli Stati Uniti, e con la tradizionale classifica del New York Times, settore fiction (stampa e ebook).


1) Sue Grafton, W is for Wasted
23esimo libro della seria "alfabetica" iniziata dall'autrice nel 1982 con "A is for Alibi" che ha per protagonista l'investigatrice privata Kinsey Millhone. La saga si avvicina alla conclusione, e in questo nuovo appuntamento, un senzatetto lascia inspiegabilmente 600.000 dollari alla protagonista.








2) Lee Child, Never Go Back
L'ex militare Jack Reacher torna in Virginia in questo 18esimo capitolo della serie.









3) Liane Moriarty, The Husband's Secret
Dall'autrice dell'acclamato "What Alice Forgot" un nuovo romanzo di successo.
La vita di una donna sconvolta da una lettera del marito.









4) Robert Galbraith, The Cuckoo's Calling
Un detective investiga sulla morte di una top model. Il libro è stato scritto sotto pseudonimo da J.K. Rowling, la creatrice di Harry Potter, e sta vivendo una nuova vita ora che è stata diffusa la vera identità dell'autore.

5) J.A. Jance, Second Watch
consulenza gratuita per autori

venerdì 20 settembre 2013

La copertina del giorno: Every Love Story is a Ghost Story



Torniamo a parlare di copertine. Il Design Observer e l'American Institute of Graphic Arts ha stilato una classifica delle 50 copertine più belle del 2012, e ne avevamo già parlato. Torniamo sull'argomento perché, dopo averle visionate tutte, nel nostro piccolo abbiamo scelto la preferita.

giovedì 19 settembre 2013

Il Man Booker Prize apre agli autori americani



Gli organizzatori del Booker Prize hanno confermato i rumors annunciando che a partire dal 2014 il premio sarà aperto a tutti i romanzi scritti in lingua inglese e pubblicati in Gran Bretagna, a prescindere dalla nazionalità dell’autore. La notizia va letta soprattutto come l'ammissione degli autori americani alla lista di coloro che si contenderanno il prestigioso premio per la narrativa.
Fondato nel 1968, il Booker era precedentemente aperto solo agli scrittori provenienti dalla Gran Bretagna, dall’Irlanda e dalle 54 nazioni del Commonwealth. Ma questo non ha impedito al premio – ufficialmente noto come il Man Booker Prize dopo essere stato finanziato dalla società di servizi finanziari Man Group PLC – di diventare uno dei più noti riconoscimenti letterari del mondo, uno di quelli che portano sia prestigio che potere commerciale. Tra i vincitori del passato figurano infatti autori del calibro di V.S. Naipaul, Salman Rushdie, Margaret Atwood, Ian McEwan e Hilary Mantel.

consulenza gratuita per autori

mercoledì 18 settembre 2013

Libri. Le nuove uscite in Italia: 17-26 settembre



Zerocalcare, Dodici
Zerocalcare, l’omonimo protagonista delle avventure del fumettista romano, è in coma. E gli zombie stanno per sterminare la popolazione di Rebibbia. Tocca a Secco, Katja e Cinghiale trovare una via d’uscita. L'autore, noto per riversare paranoie e ipocondrie personali nelle sue avventure di china, qui racconta una storia di rancore, rivalsa e speranza.
Bao Publishing, 96 pp., 13€. In uscita il 17 settembre
Sheila Heti, La persona ideale, come dovrebbe essere?
L'autrice racconta in un diario duro e sorprendente i turbamenti di una giovane donna del nuovo millennio. Sheila, non ancora trentenne e con alle spalle un matrimonio, troverà nell’amica Margaux, pittrice di talento e spirito libero, e nell’amante Israel, artista attraente e dai modi diretti, due modi di stare al mondo. E uno per trovare se stessa.
Sellerio, 256 pp., 16€. In uscita il 19 settembre
consulenza gratuita per autori

martedì 17 settembre 2013

Five tips: In & Out



Questo è uno speciale dei five tips, uno spin-off se volete, che ci accompagnerà nelle prossime settimane. In e out, questo il titolo della rubrica, raccoglierà di volta in volta tutti i luoghi comuni e gli stereotipi della letteratura e di alcuni particolari generi narrativi, per poi stabilire come, quando e se è il caso di riutilizzarli in nuovi romanzi.
In questa prima puntata parliamo di narrativa in generale, ma dalla prossima volta approfondiremo la questione.

Il manoscritto ritrovato. Assolutamente Out. Senza tornare indietro a Manzoni, è cosa borgesiana, che poteva avere un senso in un certo contesto di ricerca metaletteraria post-moderna. Soprattutto, evitate di fingervi qualcuno che non siete, perché l'autore fittizio e i suoi lettori potrebbero aversene a male.


Il prologo, dieci anni prima. In, purché non sia un trucco. Se all'interno della trama ha senso inserire un prologo che racconti qualcosa di accaduto prima, o dopo, allora va bene, ma se è solo un modo per accelerare la trama di un thriller che altrimenti apparirebbe troppo lenta, lasciate perdere. Anche perché spesso il lettore nel frattempo si sarà dimenticato di quell'incipit così distante. E poi, se proprio decidete per il prologo, non è detto che dobbiate aspettare l'epilogo per sciogliere l'intreccio.
consulenza gratuita per autori

lunedì 16 settembre 2013

La classifica dei libri e degli ebook più venduti in Italia



Riprendiamo il tradizionale appuntamento del lunedì con le classifiche, partendo questa settimana dall'Italia. Per i libri cartacei, ci affidiamo alle rilevazioni Nielsen Bookscan per Tuttolibri de La Stampa.

1) Khaled Hosseini, E l'eco rispose, Piemme
Resta in testa alla classifica dei libri più venduti il terzo romanzo dell'afghano naturalizzato americani Khaled Hosseini. L'autore de "Il cacciatore di aquiloni" torna con una storia ambientata tra Kabul, l'Europa e gli Stati Uniti.

2) Joel Dicker, La verità sul caso Harry Quebert, Bompiani
Decisamente il caso letterario dell'anno (e ne avevamo parlato anche prima dell'uscita) questo romanzo insolito di un giovane autore svizzero che in Francia ha fatto incetta di premi.

3) One Direction, Dove siamo arrivati, L'ippocampo

4) Sophie Kinsella, Fermate gli sposi, Mondadori

5) E. L. James, 50 sfumature di rosso, Mondadori
La trilogia delle 50 sfumature torna in classifica grazie alla riedizione in formato economico dei tre volumi.

6) E. L. James, 50 sfumature di grigio, Mondadori

7) E. L. James, 50 sfumature di nero, Mondadori

8) Ligabue, La vita non è in rima, Laterza

9) Jonathan Coe, Expo 58, Feltrinelli
L'umorismo di Coe affronta stavolta, a modo suo, il tema della Guerra Fredda. Siamo nel 1958, durante la prima esposizione universale dopo la guerra, e un giovane copywriter inglese si trova al centro di una vicenda amorosa e di una spy-story.

10) Nicholas Sparks, La risposta è nelle stelle, Frassinelli


consulenza gratuita per autori


venerdì 13 settembre 2013

Scrivilo per noi: Alla scoperta di… "Betty" di Roberto Cotroneo



È uscito da pochi giorni Betty, il nuovo romanzo di Roberto Cotroneo, e ospitiamo oggi una recensione di Maria Antonietta Freni.

Ho letto tutto d’un fiato Betty, Bompiani 2013, l’ultimo romanzo di Roberto Cotroneo, e subito dopo l’ho riletto, centellinandolo, per assaporarne la scrittura, per cogliere i messaggi più profondi.

Con un affascinante espediente letterario l’autore immagina di trovare un manoscritto di Georges Simenon. È abbandonato al tavolo di un bar nell’isola di Porquerolles, il posto preferito, il buon ritiro dello scrittore prima che diventasse famoso, ma dove poi, chissà perché, non volle più mettere piede.

Nel manoscritto Simenon racconta il suo ritorno nell’isola, quando è ormai vecchio e malato. Lì viene profondamente colpito dalle fotografie di una donna che vive sola in una casa vicino al faro: “l’ho guardata negli occhi e ho ritrovato molti dei miei appunti più segreti, quelli che ti spingono a scrivere, ma non ti aiutano mai a capire la tua vita né quella degli altri”. La misteriosa donna, che si fa chiamare Betty come la tormentata protagonista di un suo vecchio romanzo con la quale sembra volersi identificare, muore annegata, e Simenon viene suo malgrado coinvolto nelle indagini.

consulenza gratuita per autori

giovedì 12 settembre 2013

Le copertine più belle dell'ultimo anno in mostra a Bologna



Come sapete abbiamo un debole per le copertine, tanto da aver dedicato loro uno spazio aperiodico nel nostro blog, in cui segnaliamo le più belle sia tra i libri in uscita sia tra i classici. Forse siamo stati un po' esterofili finora, ma non ci dimentichiamo che anche nell'editoria italiana ci sono copertine degne di nota.
Lo sanno anche gli organizzatori della mostra "Buona la prima!", in corso dal 6 al 22 settembre a Bologna, a cura di Stefano Salis, collaboratore del Domenicale del Sole 24 Ore. Salis ha chiesto ad altri 20 esperti di selezionare le copertine più belle tra i libri usciti dal settembre 2012 a oggi, e le vincitrici sono esposte a Bologna, dove i visitatori possono a loro volta votarle e scegliere la preferita.

Il premio della critica assegnato dai venti esperti è andato a Tennis, di John McPhee, pubblicato da Adelphi.

mercoledì 11 settembre 2013

Scrivilo per noi: Il volto segreto di Gaia - La cerca, di Maria Lidia Petrulli



Per la rubrica Scrivilo per noi, ospitiamo oggi Maria Lidia Petrulli, che oltre a essere una nostra lettrice e affezionata contributor, ha da poco pubblicato il romanzo "Il volto segreto di Gaia - La cerca". Ed è proprio di questo che ci parla oggi, raccontandoci in prima persona cosa ha significato per lei scrivere e vedere pubblicato questo libro.

Il Volto Segreto di Gaia, La Cerca, è il primo volume di una saga di tre romanzi di cui il secondo, Il Volto Segreto di Gaia, L’Equilibrio e la Luce, uscirà nell’aprile del 2014, mentre il terzo sarà pubblicato nel 2015.
Questo romanzo ha per me un’importanza particolare, in quanto rappresenta un momento di crescita nel mio percorso di scrittrice.

A cavallo fra la fantascienza e il fantasy, ho scritto Il Volto Segreto di Gaia – La Cerca esattamente 10 anni fa, ma ho trovato un editore che lo ha apprezzato, Il Ciliegio Edizioni, soltanto nel 2011, quando ho firmato il contratto per l’intera saga con pubblicazione a partire dal 2013, cosa che è puntualmente avvenuta.
Sono sempre stata affascinata dal fantasy e dalla fantascienza che non ho mai considerato dei generi di second’ordine o semplicemente di svago; il linguaggio onirico e metaforico di questi generi ben si adattano alla possibilità di parlare di qualsiasi cosa, dalla politica al disagio sociale, dall’amicizia all’amore, il rapporto con la diversità: sono molto legata alla vecchia scuola di Ursula Le Guin o di Marion Zimmer Bradley che hanno portato questo genere alla ribalta, poiché la letteratura tutta ha per me, in primo luogo, una funzione sociale. I libri permettono una crescita personale, nei libri si può trovare lo spunto per capire e risolvere un problema rimasto in sospeso da tempo, e qualsiasi genere letterario raggiunga tale scopo è meritevole di essere letto.

Ho cominciato a scrivere la saga de Il Volto Segreto di Gaia con questo spirito, per occuparmi delle trasformazioni cui il pianeta Terra va incontro a causa del buco nell’ozono, le variazioni climatiche, l’inquinamento e gli esperimenti nucleari, ricordo ancora il numero della rivista Focus che abbordava l’argomento, il presagio di zolle tettoniche che corrono l’una verso l’altra provocando il Caos, (due anni dopo aver finito la stesura del libro, nel dicembre 2005, si verificò lo tsunami che provocò migliaia di vittime).
consulenza gratuita per autori


martedì 10 settembre 2013

5 tips: la scrittura autobiografica


Bentornati all'appuntamento del martedì con i 5 tips, i consigli di scrittura dal mondo anglosassone. Forse pochi di voi hanno scritto una vera e propria autobiografia, pensando di lasciare questo privilegio a vip e personaggi eccellenti. Ma di certo molti hanno sperimentato l'intreccio tra la propria vita e la propria scrittura, più o meno premeditato. Come e più che tutte le cose della scrittura, siamo convinti che gli elementi autobiografici richiedano una consapevolezza forte da parte dell'autore, per essere gestiti al meglio. Ecco allora la nostra selezione di consigli per oggi.

1. Why are you doing this? Avete ragione, questo è un consiglio trito e ritrito, ma non lo sarà mai troppo. Capire cosa si scrive e perché è sempre la prima regola. Se volete tenere un diario per esercizio, psicologico o letterario che sia, lo sfogo vi farà bene e nulla toglierà alla vostra bravura, anzi, vi aiuterà a sciogliere la mente e la penna. (Lo fa anche Joyce Carol Oates, scrive diari in continuazione). Ma se volete pubblicare qualcosa di autobiografico è un'altra storia, e quindi meglio fare dal primo momento le dovute distinzioni.

2. How? Una volta deciso il perché, dovete stabilire il come. Nella piena consapevolezza che stile e intenti vanno sempre di pari passo. Qualunque cosa scegliate, chiunque vi faccia da modello, ricordate sempre di non eccedere nei manierismi, di nessun tipo. Soprattutto, che gli intenti non superino lo stile e viceversa. Tenete un tono di voce sempre adeguato a ciò che raccontate, e non sbaglierete mai.
consulenza gratuita per autori

lunedì 9 settembre 2013

Una nuova stagione di Libri al Quadrotto


L'estate sta finendo, sarà anche vero che "un anno se ne va", come cantavano i Righeira, ma proviamo a consolarci: da questa settimana riprendono gli aggiornamenti regolari di Libri al Quadrotto, in parallelo con la ripresa delle nuove uscite in libreria.
Nuove uscite che saranno, come lo scorso anno, il fulcro del blog, assieme alle notizie dal mondo dell'editoria – ma quelle non sono mancate neppure quest'estate, come dimostra l'annuncio del Kindle MatchBook, che ha suscitato parecchio interesse a pochi giorni dalla presentazione.
Ci saranno novità ma anche conferme: le nuove uscite, dicevamo, ma anche le rubriche di consigli per la scrittura. Ce ne sarà per tutti i gusti, dalle pillole in stile Five tips, ai suggerimenti più estesi (e torneranno anche i consigli del talent scout).
E visto che è da poco ripartito il corso di editoria del Service editoriale il Quadrotto "Libri per mestiere" (le iscrizioni sono ancora aperte, per informazioni corsi@ilquadrotto.it), a grande richiesta tornerà di quando in quando anche la rubrica In redazione. Senza dimenticare lo spazio dedicato a voi lettori con Scrivilo per noi, ovviamente, che non ci ha mai abbandonato neppure in questi mesi estivi,
Questo per quanto riguarda le conferme. Ma c'è molto da dire anche sulle novità.
consulenza gratuita per autori

mercoledì 4 settembre 2013

Kindle MatchBook: se compri il libro, Amazon ti dà l'ebook


Quante volte, acquistando un libro nella sua buona vecchia forma cartacea abbiamo pensato che sarebbe stato bello avere anche la versione ebook, se non proprio in regalo quantomeno a un prezzo di favore? E invece quando si parla di libri stampati e di libri digitali la scelta è sempre aut-aut, soprattutto per questione di costi, dal momento che un ebook ha più o meno lo stesso prezzo della versione cartacea.

Tutto questo però sta per cambiare grazie a Kindle MatchBook, il nuovo programma annunciato da Amazon ieri e che dovrebbe essere lanciato a ottobre. Di che cosa si tratta? Come viene spiegato dalla tagline del sito, ancora in progress:
Per migliaia di libri, l'acquisto in passato, nel presente o nel futuro dell'edizione stampata vi permetterà di acquistare l'edizione Kindle a $ 2,99, 1,99, 0,99 o gratis.
Insomma, l'uovo di Colombo o la scoperta dell'acqua calda, eppure si tratta di un passaggio epocale.
consulenza gratuita per autori


lunedì 2 settembre 2013

Ebook da leggere: "All'ombra dei fiori di jacaranda" di Rosalba Perrotta


A metà tra il romanzo di formazione e il romanzo storico e di costume, All'ombra dei fiori di jacaranda riesce nell'impresa di essere tutte queste cose senza per questo sembrare un freddo progetto studiato a tavolino; anzi, si tratta invece di una fortunata alchimia nata dalla voglia dell'autrice – la siciliana Rosalba Perrotta, al suo terzo romanzo – di raccontare usi e costumi di un tempo che non esiste più, con un tocco di autobiografia.

La vicenda inizia negli anni '40, in Sicilia, quando la bella e facoltosa Colomba dà scandalo con i suoi comportamenti anticonformisti e incuranti dei pettegolezzi. Non è lei però la protagonista, bensì sua nipote Arabella, narratrice in prima persona. Orfana di genitori e zoppa, Arabella viene allevata dalla zia Colomba, anche se in verità si ritrova a crescere tra la burbera governante e il simpatico autista di idee progressiste.
In ogni caso, Arabella diventa una ragazza curiosa e vitale, che ben presto lascia la Sicilia – che però non abbandonerà mai – per vivere una vita cosmopolita in giro per il mondo, tra la Grecia, la Svizzera e Londra, circondata da personaggi mai banali e con sullo sfondo gli avvenimenti della nostra storia recente (ma spesso dimenticata).

consulenza gratuita per autori