giovedì 28 novembre 2013

Consigli di… scrittori: le 5 regole di Robert A. Heinlein




Riprendiamo i consigli d'autore con un appuntamento dedicato espressamente alla sci-fi, con i cinque consigli di Robert Heinlein, maestro della fantascienza e autore di Straniero in terra straniera e Starship Troopers. Heinlein non ha mai avuto problemi a divulgare questi consigli, nonostante di fatto servissero a formare i suoi diretti concorrenti, perché era consapevole che ben pochi li avrebbero seguiti tutti. I cinque consigli in questa formulazione sono stati raccolti da Robert J. Sawyer, l'autore di Flash forward, che ne ha aggiunto un sesto di sua ideazione.

1) You must write
Sembra fin troppo ovvio, ma la prima cosa da fare per diventare uno scrittore è scrivere. Non basta sognare di diventare un giorno un autore di best-seller, e neanche frequentare corsi e leggere manuali. Bisogna scrivere. Non avete tempo? Non è una scusa, se scrivere è la vostra vocazione, il tempo si trova a costo di sacrifici.

2) Finish what you start
Quanti romanzi incompleti avete nel cassetto? Mollare dopo poche (o molte) pagine, è un errore perché non vi farà imparare niente. Solo quando avrete davanti una storia con un inizio, uno svolgimento e una fine potrete vedere facilmente cosa funziona e cosa no. L'inizio sembra insignificante? Magari cento pagine più avanti assumerà un altro senso. E solo completando l'opera potrete esercitarvi su cose tipo la trama, la suspense, o l'arco di trasformazione del personaggio.

3) You Must Refrain from Rewriting (Except for Editorial Order)
Evitate di riscrivere di continuo il vostro romanzo. A costo di litigare con gli insegnanti di scrittura creativa, che dicono di riscrivere sempre, è meglio invece darsi un limite. Certo, non bisogna fermarsi a una prima stesura grezza, piena di refusi e di incongruenze. Ma dopo aver sistemato queste cose, basta così, anche perché quasi mai l'autore è obiettivo su ciò che va cambiato nella sua opera, quindi meglio darla in lettura a un'altra persona. Inoltre, se il vostro romanzo è vagamente pubblicabile, sarà l'editore a decidere di farlo sottoporre a un editing.
consulenza gratuita per autori

mercoledì 27 novembre 2013

I libri in uscita negli Usa a dicembre 2013



In attesa che anche da noi arrivi il periodo delle strenne (bisognerà aspettare ancora qualche giorno), facciamo un salto negli Stati Uniti per vedere cosa è in uscita nella prima metà di dicembre.

Tom Clancy, Command Authority
È in uscita il libro postumo di Tom Clancy, il maestro della spy story morto il mese scorso. A due mesi esatti dalla scomparsa, esce il nuovo romanzo scritto con Mark Greaney, nuova puntata del ciclo di avventure di Jack Ryan, l'ex agente CIA diventato presidente degli Stati Uniti, e di suo figlio Jack jr.
Ora i due Ryan devono affrontare una nuova minaccia proveniente dalla Russia, che ora è in mano a un nuovo presidente che intende attaccare l'America.
Padre e figlio, ognuno nel proprio ruolo, dovranno sventare la minaccia, in una storia che affonda le radici negli anni in cui Jack sr. era ancora un giovane agente.

Michael Connelly, The Gods of Guilt
Quinto appuntamento con il ciclo di romanzi che hanno per protagonista l'avvocato Mickey Haller (in Italia sono stati pubblicati solo i primi tre), il nuovo personaggio creato da Connelly e che ha esordito in The Lincoln Lawyer (Avvocato di difesa).
Haller, che è il fratellastro di Harry Bosch, il personaggio più famoso creato da Connelly, in questo nuovo legal thriller, indaga sull'omicidio di una prostituta che lui stesso aveva provato a portare sulla retta via ma di cui, inconsapevolmente, forse ha causato la morte.

consulenza gratuita per autori

martedì 26 novembre 2013

In & Out: la scrittura per ragazzi


Bentornati alla rubrica In & Out, con qualche dritta per orientarsi tra mode e topoi della scrittura. Oggi parliamo di un genere particolare quanto in voga, quello dei romanzi per teenager. Si tratta di una fascia di pubblico molto delicata, perché è in quel momento che si conquista o si perde per sempre il giovane lettore. Soprattutto, non è una scrittura da prendere sottogamba, anzi!







Un mondo su misura. Assolutamente In. Dire che i protagonisti devono essere i teenager sembra scontato, ma non lo è, perché non basta narrare quel che normalmente tormenta un adolescente per fare un buon romanzo. Il segreto sta invece nel fare dei ragazzi il centro del mondo narrativo, ponendoli di fronte a sfide e situazioni che nel mondo reale spettano normalmente agli adulti. Un po' come Harry Potter che a soli 11 anni deve salvare tutto il mondo dei maghi.

Il romanzo di formazione. Con il dovuto rispetto per opere che hanno fatto la storia, è Out, perché va bene se è il libro Cuore o Piccole Donne, ma riscriverlo è un'altra cosa. Come per tutti i romanzi, mai dare l'impressione che si stia insegnando qualcosa, sarebbe solo controproducente.

consulenza gratuita per autori


venerdì 22 novembre 2013

Alla scoperta di… i libri sull'omicidio Kennedy



Era il 22 novembre 1963 quando il presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy veniva colpito a morte a Dallas. Un evento che ha segnato la storia recente dell'America e che ha trasformato in mito un uomo che, nei suoi tre anni scarsi di presidenza, aveva saputo farsi molti nemici. Oggi, a 50 anni da quell'avvenimento, ci sembra giusto dare qualche consiglio di lettura al riguardo. Lasciando da parte la saggistica, che è quantomai varia sull'argomento, preferiamo concentrarci sulla narrativa, con quattro romanzi diversissimi tra loro.

Don DeLillo, Libra
Il primo a cimentarsi con una versione fittizia dell'omicidio Kennedy è stato Don DeLillo, che nel 1988 – 25 anni fa, e 25 anni dopo il delitto – pubblicò Libra, in cui fornisce un resoconto inventato ma non per questo meno verosimile degli avvenimenti che hanno portato alla morte di JFK.
DeLillo alterna sapientemente i fatti reali, come i risultati della Commissione Warren, ma soprattutto la vita di Lee Harvey Oswald, il presunto colpevole (su cui l'autore ha fatto ampie ricerche), con le vicende di pura finzione, che riguardano l'organizzazione del complotto contro Kennedy. Un complotto organizzato dalla Cia e dagli esuli cubani anti-castristi per togliere di mezzo il presidente nella convinzione che così facendo gli Usa avrebbero dichiarato guerra a Cuba. Le due linee si incontrano quando Oswald diventa l'inconsapevole burattino della macchinazione.
Al termine del libro, DeLillo specifica di "non aver fatto alcun tentativo di fornire risposte concrete alle domande poste dall'assassinio". Ma non per questo la sua teoria deve essere considerata solo fiction.

James Ellroy, American Tabloid
Prima puntata della trilogia "Underworld USA", e uscito nel 1995, American Tabloid spinge sul versante complottistico quanto fatto sette anni prima da DeLillo, con l'obiettivo di sconvolgere il lettore ma anche di fornire un quadro storico molto preciso dell'America di inizio anni '60.
I protagonisti sono due agenti dell'FBI e un ex poliziotto e il romanzo copre i cinque anni dai prodromi della rivoluzione cubana fino alla morte di Kennedy (nel successivo romanzo della trilogia, Sei pezzi da mille, Ellroy racconterà le conseguenze del delitto).
Nel corso dei cinque anni, i protagonisti per motivi diversi cercano di incastrare JFK, prima per impedirgli di diventare presidente, poi per fermarlo. I tre organizzano un attentato a Dallas, intenzionati a dare la colpa ai comunisti, per poi scoprire che c'è un altro complotto in atto, orchestrato dal potente capo dell'FBI J. Edgar Hoover.


consulenza gratuita per autori

giovedì 21 novembre 2013

Consigli di… scrittori: Roddy Doyle


Nuovo appuntamento con la rubrica che dà voce ai grandi scrittori contemporanei e non solo, e ai loro consigli di scrittura. Oggi tocca a Roddy Doyle, autore irlandese pubblicato in Italia da Guanda e noto per i suoi romanzi e racconti dedicati alla terra d'origine, tra cui Due sulla strada e Paddy Clarke ah ah ah! Qualche tempo fa, ha spiegato al Guardian quali sono le sue dieci regole di scrittura: eccole.

1) Do not place a photograph of your ­favourite author on your desk. Niente foto-santino del vostro autore preferito sulla scrivania. Soprattutto, aggiunge Doyle, se è uno di quelli famosi che poi si sono suicidati…

2) Do be kind to yourself. Questo è uno dei punti più dibattuti nei consigli di scrittura: meglio sforzarsi di scrivere una prima stesura il più possibile perfetta o tirare via? Finora prevale la seconda: Doyle consiglia di riempire più pagine possibili, anche con doppie spaziature, e di guardare a ogni pagina finita come a un piccolo trionfo.

3) Until you get to Page 50. Corollario alla precedente: una volta arrivati a pagina 50, bisogna smettere di andare avanti come un treno e fermarsi, per cominciare a preoccuparsi della qualità. Bisogna sentire l'ansia, dice Doyle.

4) Do give the work a name as quickly as possible. Own it, and see it. Il titolo è importante, perché da lì possono partire idee e sviluppi che ci aiuteranno a portare avanti l'opera. Doyle ricorda che Dickens sapeva che Casa desolata si sarebbe chiamato così da prima di cominciare a scriverlo. Il resto deve essere stato facile.

5) Do restrict your browsing to a few websites a day. Su questo gli scrittori sono tutti d'accordo, niente (o quasi) internet quando si scrive. Doyle consente qualche eccezione per fare ricerche, ma niente siti di scommesse!


consulenza gratuita per autori

martedì 19 novembre 2013

Le copertine più belle alla Fiera del libro di Francoforte



Torna il nostro appuntamento aperiodico con le copertine più belle. E ci fa sempre piacere vedere come non siamo gli unici che pensano che un bel libro si veda anche dalla copertina. Ormai sempre più spesso i grandi appuntamenti editoriali ospitano premi più o meno ufficiali dedicati ai lavori grafici migliori: ne abbiano parlato qualche mese fa per la mostra a Bologna, torniamo a parlarne ora perché, alla Fiera del Libro di Francoforte dello scorso ottobre, la versione tedesca del Wall Street Journal ha stilato una classifica delle dodici copertine più belle di quest'anno. Le trovate qui sotto. La nostra preferita? Quella che vedete qui al centro.

Per una volta non scegliamo una copertina di sola grafica. La cover dell'edizione in lingua inglese di Little Grey Lies, del francese Hédi Kaddour, dimostra che anche usando le immagini si può ottenere un effetto originale, soprattutto sovrapponendone due creando un effetto di eleganza e mistero al tempo stesso.



lunedì 18 novembre 2013

USA: Le classifiche dei libri più venduti



La classifica dei best-seller del New York Times
Print and e-book Fiction


1) John Grisham, Sycamore Row
Il maestro del legal thriller torna alle origini, dando un seguito al suo primo romanzo, A Time to Kill, e ritrovando a più di vent'anni di distanza il suo primo avvocato-detective, Jake Brigance.

2) Clive Cussler, Mirage
Scritto con la collaborazione di Jack Du Brul, Mirage è il nono volume della serie degli Oregon Files. La grande avventura navale si mescola qui con la storia, e con il coinvolgimento del grande scienziato Nikola Tesla nella costruzione di una nuova arma per gli Stati Uniti.

3) Orson Scott Card, Ender's Game
Pubblicato originariamente nel 1985 come primo capitolo di una pentalogia, oggi Ender's Game riconquista le classifiche in vista dell'uscita del film che ne è stato tratto. La Terra è sotto attacco da parte di una specie aliena, e solo uno scienziato può sconfiggere gli invasori.

4) Nora Roberts, Dark Witch
Maestra dei best-seller rosa-giallo-neri, Nora Roberts inaugura con Dark Witch una nuova serie. La giovane Iona decide di trasferirsi in Irlanda per cercare le proprie origini: qui troverà la famiglia, l'amore, ma anche la magia e un'antica maledizione.

5) J. A Redmerski, The Edge of Always
Seguito del best-seller The Edge of Never. Camryn e Andrew sono felici da cinque mesi e stanno programmando il loro matrimonio, quando nelle loro vite irrompe una tragedia che li separa.


consulenza gratuita per autori


giovedì 14 novembre 2013

Libri per bambini e per ragazzi: le uscite di novembre 2013



Torna il nostro appuntamento dedicato ai più piccoli (e ai genitori che non vogliono lasciare i figli senza qualcosa di nuovo e di buono da leggere), con le uscite in libreria di novembre. Ce n'è per tutti i gusti, dalle fiabe in cucina al nuovo romanzo di Sepulveda.

Lorna Honeywell, I Dolcetti dei Desideri (6 voll.)
La nuova collana Newton Compton Kids, dopo la serie dei Cuccioli magici, propone 6 volumetti di 96 pagine (anche in versione ebook) con protagonista la piccola Lily, il fratellino Archie, e la loro nonna, che fa magie in cucina… letteralmente. Se Archie è arrabbiato, o Lily ha paura della recita scolastica, basterà cucinare la ricetta data loro dal barattolo magico e tutto andrà a posto. Ricetta che poi si può conservare, e ovviamente provare!
Sono 6 i volumi, tutti al prezzo di 4,90 € l'uno. I titoli: I cupcake del buonumore, I croccanti dei superpoteriIl budino passa-tutto, I biscottini del coraggio, I muffin aggiusta-tutto, Le caramelle dell'amicizia
Età di lettura: 6-10 anni

David Calì, Benjamin Chaud, Non ho fatto i compiti perché…
David Calì, una delle nuove leve del fumetto e della letteratura per ragazzi italiana, ci guida in un mondo che tutti noi abbiamo conosciuto, presto o tardi: quello delle scuse per non aver fatto i compiti.
Ma scordatevi le scuse artigianali o anche solo credibili: se si dice una bugia, meglio spararla grossa. E allora ecco le lucertole giganti che invadono il giardino, o le matite usate per accendere il fuoco.
Il tutto accompagnato dai divertenti disegni di Benjamin Chaud.
Rizzoli, 40 pp., 13 €. Età di lettura: 6-13 anni.

consulenza gratuita per autori

mercoledì 13 novembre 2013

I libri in uscita in Italia: 14-20 novembre 2013



Joyce Carol Oates, Storia di una vedova
Bompiani, che sta cercando lodevolmente di riportare, per quanto possibile, le numerosissime opere della Oates sotto un unico marchio, pubblica uno degli ultimi scritti della prolifica autrice americana.
Non un romanzo ma un memoir: è infatti la stessa scrittrice la "vedova" di cui parla il titolo. Nel 2008, portò il marito al pronto soccorso per quella che sembrava una banale polmonite, ma l'uomo non uscirà vivo dall'ospedale. E la Oates, sposata con lui da 50 anni, elabora il lutto come meglio sa fare, scrivendo.
Bompiani, 608 pp., 20 €. In uscita il 14 novembre

James Patterson, Altrimenti muori
Scritto a quattro mani con Howard Roughan, Altrimenti muori (Don't Blink in originale) è un romanzo del 2010 che non appartiene a nessuno dei diversi cicli che hanno reso celebre James Patterson, uno dei bestselleristi americani per eccellenza.
Protagonista è il reporter Nick Daniels, che mentre sta mettendo a segno l'intervista che potrebbe cambiargli la carriera, si trova ad assistere all'omicidio di un avvocato che ha difeso alcuni dei più pericolosi boss mafiosi…
Longanesi, 305 pp., 16,40 €. In uscita il 14 novembre

consulenza gratuita per autori

martedì 12 novembre 2013

In & Out: la scrittura saggistica



La scelta di oggi potrà sembrarvi un po' strana, ed è vero che tra i nostri lettori i narratori sono più dei saggisti. Ma è anche vero che la saggistica sta conoscendo, a nostro avviso, una stagione nuova, fatta di mainstream e best-seller agili e snelli, che non sfuggono alle regole del mercato e anzi, a volte, le fanno. Ed è in loro onore che vi diamo i nostri In & Out di oggi.


Ti racconto una storia. L'approccio narrativo alla saggistica, quello che fa dell'esemplificazione il suo strumento principale, è In. È quel che accade quando si vuol fare una guida turistica diversa dalle altre, raccontando le storie che sono passate da quel luogo, ma anche con il giornalismo d'inchiesta che voglia inquadrare con facilità problemi complessi. Attenzione però perché i fantasmi del luogo comune sono sempre in agguato, e la "narratività" non deve essere la scusa per un saggio senza idee.

Tutto quello che volevate sapere… È Out, perché se la risposta non è tutta in un libro ci sarà un motivo. In altre parole i Pico de Paperis sono molto rari, e quei pochi che ci sono non pensano certo di mettere la loro Tuttologia in un libro solo. Per volgerla in senso positivo, ogni saggio deve avere un taglio, un argomento, un punto di vista. E non sarà il numero di pagine o di argomenti a darglielo.

consulenza gratuita per autori


lunedì 11 novembre 2013

La classifica dei libri e degli ebook più venduti in Italia



Classifica Nielsen Bookscan per Tuttolibri

1) Fabio Volo, La strada verso casa, Mondadori

2) Gianrico Carofiglio, Il bordo vertiginoso delle cose, Rizzoli
Premiato dal successo il nuovo romanzo di Gianrico Carofiglio, ex senatore ed ex magistrato, che da poco ha definitivamente abbandonato la toga per dedicarsi a tempo pieno alla scrittura. La sua nuova opera parla di un improvviso ritorno alle origini del protagonista, colpito dalla notizia della morte di un vecchio compagno di scuola.

3) Eugenio Scalfari, L'amore, la sfida, il destino, Einaudi

4) Andrea Camilleri, La banda Sacco, Sellerio
Come da tradizione esce un nuovo Camilleri prima della fine dell'anno, e come da tradizione alle avventure di Montalbano si alternano storie della Sicilia che fu. In questo caso si parla degli inizi del Novecento, e della famiglia Sacco che osò sfidare la mafia fino a formare una banda clandestina.

5) Khaled Hosseini, E l'eco rispose, Piemme

6) Glenn Cooper, Il calice della vita, Nord
Cooper accantona per il momento la saga della Biblioteca dei morti per dedicarsi a un mito ben più antico: il Sacro Graal. L'eterna ricerca del calice dove fu raccolto il sangue di Gesù conquista così una nuova versione, con protagonista un discendente di quel Thomas Malory che raccontò le gesta di re Artù.

7) Marco Malvaldi, Argento vivo, Sellerio

8) Milan Kundera, La festa dell'insignificanza, Adelphi

9) Javier Zanetti, Gianni Riotta, Giocare da uomo, Mondadori

10) Papa Francesco, Eugenio Scalfari, Dialogo tra credenti e non credenti, Einaudi


consulenza gratuita per autori


venerdì 8 novembre 2013

Bestseller in Usa: il ritorno dei mostri sacri




Mentre in Italia le classifiche dei libri più venduti vedono in testa Fabio Volo, Gianrico Carofiglio, Andrea Camilleri e Marco Malvaldi, non ce ne vorrete se con un salto mortale carpiato andiamo dall'altra parte dell'oceano, per scoprire che nella classifica dei bestseller del New York Times ci sono quattro mostri sacri della letteratura d'evasione. E allora ci perdonerete se trascuriamo ancora una volta i ranking nostrani per fotografare una classifica, quella statunitense, che sembra una di quelle squadre All-Star delle partite di beneficenza.

Troviamo, a distanza di poche posizioni e in mezzo a giovani autori che sgomitano per prendere il loro posto, John Grisham, Stephen King, Nicholas Sparks e Scott Turow. Ce n'è per tutti i gusti, thriller, romance e horror, c'è chi ha sempre occupato il primo posto tra i bestselleristi, chi è un po' decaduto, chi si mantiene saldo nelle seconde file e chi "a volte ritorna".

Alla prima categoria appartiene senza dubbio John Grisham, uno che nonostante sforni almeno un romanzo all'anno da più di vent'anni (e, secondo i detrattori, li faccia con lo stampino), non manca mai l'appuntamento con il primo posto in classifica. Stavolta, dopo il successo di The Racketeer qualche mese fa, torna con Sycamore Row, che torna alle origini dando un seguito a Il momento di uccidere, il romanzo con cui Grisham esordì nel 1989 (ma da noi arrivò molto dopo, sull'onda del successo de Il socio). Nel nuovo romanzo torna Jack Brigance, il primo avvocato investigatore creato da Grisham, di nuovo alle prese con Ford County, Mississippi, tra delitti e faide razziali.

Un altro che torna alle origini è Stephen King, il re incontrastato ma ultimamente un po' decaduto della letteratura horror. È uscito infatti negli Usa Doctor Sleep, l'atteso seguito di Shining, uno dei capolavori di King. Da noi bisognerà aspettare ancora un po' per leggerlo, e negli Stati Uniti ha ricevuto critiche piuttosto contraddittorie, e anche nella classifica del New York Times è già in calo dopo 5 settimane di permanenza.
Il protagonista del romanzo è Dan Torrance, ora diventato adulto ma ancora con i poteri paranormali del primo libro. Dan è ancora perseguitato dagli abitanti dell'Overlook Hotel, e aiuterà un altro bambino con capacità eccezionali.
King può ancora contare su frotte di fan che leggono qualsiasi cosa sforni, anche se forse ne ha lasciato per strada altrettanti. Vedremo se basterà tornare alle origini per riconquistare anche gli antichi splendori.

consulenza gratuita per autori

giovedì 7 novembre 2013

Scrivilo per noi: Vagli a spiegare che è primavera di Catherine Cipolat



Un altro appuntamento per Scrivilo per noi dalla nostra Maria Lidia Petrulli. Il romanzo di cui ci parla oggi, è stato finalista lo scorso anno di Io Scrittore, il torneo letterario firmato Gems che da un po' ci teniamo a seguire. 
Per chi ancora non lo conoscesse, il Gruppo editoriale Mauri Spagnol organizza da quattro anni il concorso in cui a votare sono gli stessi partecipanti, mettendo in palio la pubblicazione in ebook e per i migliori tra i migliori anche in cartaceo con una delle case editrici del gruppo. Un'iniziativa ormai di successo, che permette a chi scrive di confrontarsi con i pareri altrui ma anche di avvicinarsi a case editrici come Garzanti, Longanesi e Guanda, tra le altre. 
E in attesa di conoscere i finalisti dell'edizione 2013 (il 23 novembre), ecco allora una recensione di uno dei libri finalisti dello scorso anno.


Leggere per vivere una storia, un’esperienza in cui cercare una risposta che chiarisca quel che non si sia capito tempo prima, quando eravamo giovani senza la maturità giusta, perché attraverso le parole, quel che si è depositato in noi riemerga per essere rielaborato e assemblato.
È quel che mi è accaduto leggendo questo bel libro: Vagli a Spiegare che è Primavera, col quale Catherine Cipolat ci fa uno splendido regalo, ci offre l’anima di uno dei momenti più toccanti, e importanti, della nostra Storia, il 68, gli anni che lo seguirono e il cambiamento della società. Quest’ultimo visto in entrambe le sue accezioni, positiva e negativa.
consulenza gratuita per autori


mercoledì 6 novembre 2013

I libri in uscita negli USA a novembre



Comunicazione di servizio: si è conclusa venerdì scorso la promozione di ottobre per la valutazione gratuita. Ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato, sono arrivati in redazione centinaia di manoscritti, e stiamo facendo del nostro meglio per fornire a tutti in tempi brevi la consulenza. I primi ad averci mandato il materiale hanno già cominciato a ricevere le schede, e altri le riceveranno nei prossimi giorni. Ci vorrà un po' di tempo, vista la mole di materiale, ma risponderemo a tutti.
E adesso passiamo alle nuove uscite statunitensi.


Patricia Cornwell, Dust
Ventunesima avventura per Kay Scarpetta, l'anatomopatologa creata da Patricia Cornwell ormai più di vent'anni fa. Anche se i romanzi del ciclo non hanno più la carica innovativa degli inizi, possono ancora contare su uno zoccolo duro di lettori, e soprattutto sulla voglia della Cornwell di andare avanti.
In Dust, come da tradizione, un delitto inspiegabile – una donna trovata morta e coperta da una polvere finissima – si rivela solo il primo passo in un incubo che include un terribile serial killer e una cospirazione che coinvolge membri del governo.

Martin Cruz Smith, Tatiana
Altra saga poliziesca, con meno volumi sulle spalle ma più anzianità di servizio. È quella con protagonista Arkady Renko, il detective russo protagonista del celebre Gorky Park, che negli anni '80 raccontava attraverso la lente del poliziesco l'Unione sovietica negli ultimi anni di regime comunista, diventando un film di successo.
Ora, nell'ottavo capitolo, Renko è un detective della nuova Russia, non meno violenta di quella sovietica. Renko è l'unico a mettere in relazione la morte in circostanze misteriose di una giornalista d'inchiesta e il brutale omicidio di un boss.
Seguendo il passato di Tatiana, la giornalista, Renko si troverà risucchiato in una storia sorprendente e inquietante.
consulenza gratuita per autori


martedì 5 novembre 2013

Consigli di… scrittori: Geoff Dyer



Dopo il primo appuntamento, con i dieci consigli di un mostro sacro come Elmore Leonard, tocca oggi a Geoff Dyer. Meno conosciuto da noi, Dyer è autore di saggi e romanzi, pubblicati in Italia da Einaudi e Mondadori. Il suo libro più famoso è Natura morta con custodia di sax, dedicato al mondo del jazz. Ecco i suoi dieci consigli d'autore

1. Non preoccuparti mai delle possibilità commerciali di un progetto. Troppi autori scartano delle idee perché pensano che nessuno le pubblicherà: ma questa non è una preoccupazione che spetta allo scrittore. Dice Dyer: "Conversazione con il mio editore americano, Sto scrivendo un libro così noioso, di così scarso appeal commerciale, che se lo pubblichi probabilmente perderai il lavoro, e lui, È proprio quello per cui voglio continuare a fare questo lavoro.

2. Non scrivere in pubblico. Nei primi anni '90 – racconta Dyer – sono andato a vivere a Parigi. All'epoca se venivi sorpreso a scrivere in un pub in Inghilterra ti potevano spaccare la testa. A Parigi invece, dans les cafès… Adesso penso che la scrittura sia una cosa privata, come tutte le attività di toilette.

3. Non essere uno di quegli scrittori che si condannano a una vita passata ad adulare Nabokov.

4. Se usi un computer, allarga e rifinisci di continuo la correzione automatica. Questo è un consiglio piuttosto originale, anche se non troverà tutti d'accordo. Per risparmiare tempo e non perdersi con le revisioni, Dyer ha lavorato così tanto sulla correzione automatica che: "Parole perfettamente sillabate escono fuori battendo pochi tasti, 'Niet' diventa 'Nietzsche', 'foi' diventa 'fotografia' e così via. Geniale!"

5. Tieni un diario. Il più grande rimpianto di Dyer nella sua vita da scrittore è di non averne mai avuto uno.


consulenza gratuita per autori


lunedì 4 novembre 2013

Gli eventi culturali a novembre



Il mese di novembre è ricco di eventi, tra cui segnaliamo in particolare la seconda edizione di BookCity Milano. Proponiamo gli appuntamenti più interessanti per voi bibliofili, lettori compulsivi, collezionisti e amanti della cultura in tutte le sue forme.

Dall'8 al 10 novembre si svolge a Chiari (in provincia di Brescia) l'undicesima edizione della Rassegna della Microeditoria italiana. "Il mix perfetto per un weekend d'autunno all'insegna della cultura e dell'arte, ma anche dello svago e dell'intrattenimento": questo lo slogan di una tre giorni di dibattiti, presentazioni di libri e performances artistiche e musicali, che continua a rappresentare un'occasione unica per le piccole case editrici sparse sul territorio nazionale per incontrarsi e confrontarsi. L'ingresso è gratuito.
Dal 13 al 17 novembre Cuneo ospita il Festival letterario "Scrittorincittà". Più di cento autori presenteranno le loro opere, offrendo ciascuno una personale interpretazione del filo conduttore del Festival, che quest'anno è "Terra, Terra". Si alterneranno dibattiti e vari appuntamenti teatrali e musicali; sono inoltre previsti laboratori, animazioni e spettacoli per scuole dell'infanzia, elementari, medie e superiori, e un Premio dedicato ai romanzi d'esordio.
Il Pisa Book Festival ritorna al Palazzo dei Congressi dal 15 al 17 novembre con tante novità e ospiti internazionali. Quest'anno il Paese Ospite d'Onore è la Germania. 150 espositori indipendenti e oltre 200 eventi, incontri con gli autori, presentazioni di libri, workshop di traduzione letteraria (dall'inglese e dal tedesco), seminari e un corso di scrittura creativa. Venerdì 15 ingresso gratuito per tutti, mentre per i minori di 12 anni e per le persone con disabilità l'ingresso è gratuito tutti e tre i giorni.

consulenza gratuita per autori