giovedì 26 febbraio 2015

#dilloinitaliano, la petizione per salvare la nostra lingua

Ha raggiunto la quota ragguardevole di 56.000 adesioni in una settimana la petizione #dilloinitaliano, lanciata dalla pubblicitaria Annamaria Testa in difesa della lingua italiana e contro l'abuso di parole straniere.

Ma, cosa più importante, sembra aver raggiunto almeno in parte l'obiettivo che si era prefisso, e cioè avere attenzione da parte dell'Accademia della Crusca, a cui la petizione chiedeva di farsi portavoce con il Governo per quanto riguarda l'attenzione alla "purezza" della lingua soprattutto nell'uso che se ne fa nella politica e nelle amministrazioni pubbliche. Un esempio per tutti: il "Jobs Act".

La petizione è stata oggetto di un convegno all'Accademia della Crusca il 23 e 24 febbraio, che oltre a esprimere apprezzamento per l'iniziativa ha anche preso tre decisioni:

1) Attiverà a breve termine – solo il tempo necessario per organizzare tutto quanto – un esperimento innovativo di analisi e discussione condivisa in rete delle parole inglesi usate nell’italiano corrente. Vuole farvi domande e chiedere risposte a tutti voi e, a partire da queste, proporre, se serve e se siete voi a chiederlo, alternative accettabili.
 2) Prima dell’estate la Crusca, con le istituzioni della Svizzera Italiana che si occupano della nostra lingua, intende organizzare un incontro con i mezzi d’informazione nazionali (tv, radio, stampa) per promuovere le istanze proposte da #dilloinitaliano e trovare, insieme, soluzioni efficaci, sensate, accettabili e realistiche. Questo è solo il primo passo di un lavoro di sensibilizzazione a un uso consapevole della lingua, da svolgere presso chi ha ruoli pubblici e la responsabilità di farsi capire.
 3) La Crusca sta anche attivando un gruppo di monitoraggio di quelli che i linguisti chiamano “anglismi incipienti”: sono le parole inglesi nuove di zecca continuamente introdotte da politici, tecnici e amministratori: anche per queste si possono immaginare e proporre alternative condivise.

martedì 24 febbraio 2015

Master in Editoria Digitale e Eproduction, con LUISS e WAY TO ePUB

Annunciamo con un certo orgoglio l'apertura delle iscrizioni al Master in Editoria Digitale e Eproduction, che partirà a Roma nella seconda metà di aprile alla LUISS Guido Carli. Il Master, nato in collaborazione con WAY TO ePUB, ha una durata di 240 ore più 50 di corsi operativi (facoltativi) e si terrà nel fine settimana (venerdì e sabato) con cadenza bisettimanale.


Il Master si pone l’obiettivo di formare figure professionali che uniscano le competenze dell’editoria tradizionale con le nuove richieste del digitale. Redattori quindi che sappiano gestire con la stessa sicurezza i processi produttivi di un libro, sia cartaceo che digitale, con un’alta capacità di controllo sul prodotto finale.

 Il "metodo WAY TO ePUB", già testato con successo nei corsi e nei workshop di editoria tenuti in questi mesi, approda quindi alla versione master tenendo fede alla propria filosofia, che ha come base il libro, con le sue esigenze e le sue tradizioni, e come punto di approdo il valore aggiunto del digitale e in particolare delle tecnologie del formato epub.
Il master non insegnerà semplicemente a utilizzare tool di esportazione, ma a sfruttare i software attualmente disponibili sul mercato e integrarli con procedure di codificazione web, in modo che il futuro redattore sia sempre in grado di adattare la propria professionalità al prodotto che sta creando.



Libri per mestiere: la correzione di bozze

Si è tenuto venerdì scorso nella redazione del Quadrotto il workshop "La correzione di bozze", primo appuntamento del nuovo ciclo di seminari sul lavoro editoriale – si proseguirà con l'impaginazione, secondo questo calendario – e riportiamo ora qualche estratto dal capitolo di Libri per mestiere dedicato all'antica tecnica della correzione di bozze. 

Regola numero uno: c’è sempre un refuso 
Chi ha qualche nozione base di filologia sa che una delle regole base per giungere alla stesura dell’archetipo, la versione più vicina all’originale, è questa: ogni copia ha almeno due errori, uno proprio e uno ereditato dal modello.
Ve ne sarete accorti anche voi, se mai nell’epoca del copia-incolla automatico vi fosse capitato di copiare o ridigitare un testo manualmente.La correzione di bozze è un po’ come la filologia: ci vuole metodo e precisione, il testo si evolve di volta in volta, si fa la collazione tra le diverse versioni e… c’è sempre un errore. Se saremo fortunati, si tratterà di una lettera sbagliata o giù di lì, e in tal caso parleremo di refuso, ma è bene sapere che il refuso tradizionale non è l’unico errore da correggere in una bozza, e allora più genericamente diremo che in un testo c’è sempre un problema. 



lunedì 23 febbraio 2015

I libri per bambini e ragazzi in uscita a febbraio 2015

Tommaso Percivale, Messaggio dall'impossibile
Siamo nel 1961, e Buccia è un giovane radioamatore che smanetta con l'amico Jack tra le frequenze radio mentre Usa e Unione Sovietica lanciano la corsa allo spazio.
Un giorno, mentre i giornali parlano della prima cosmonauta russa morta misteriosamente nello spazio, Jack intercetta un messaggio inspiegabile e scompare nel nulla. Toccherà a Buccia affrontare i pericoli di un'avventura sospesa tra possibile e impossibile, per ritrovare l'amico.
Einaudi ragazzi, 202 pp., 11 €. Età di lettura: da 12 anni.

Corado Premuda, Un pittore di nome Leonor
Negli anni che portano allo scoppio della Prima guerra Mondiale, a Trieste vive Leonor, una bambina contesa tra il padre che la vorrebbe riportare in Argentina con sé  e la madre che, pur di trattenerla, la fa vestire da maschietto.
Leonor ha una grande passione, tra tutte: il disegno. E pur di diventare pittrice non esita neppure un istante a mettersi nei guai e trasferirsi da Trieste a Milano e Parigi.
Editoriale Scienza, 96 pp., 12,90 €. Età di lettura: da 8 anni.

consulenza gratuita per autori


giovedì 19 febbraio 2015

I libri in uscita in Italia: 20-27 febbraio 2015



Anne Holt, Quota 1222
Hanne Wilhelmsen, un'ex-detective della polizia di Oslo, è in viaggio su un treno diretto a Bergen quando una violenta nevicata costringe tutti i passeggeri a rifugiarsi in un albergo a 1222 metri di quota. In questo imprevisto scenario, Hanne sarà costretta a fare i conti con la sua precedente carriera, dal momento in cui nell'albergo si verifica un misterioso assassinio.
Einaudi, 300 pp., 19 €. In uscita il 24 febbraio



Andrej Platonov, Cevengur
Il capolavoro di uno dei più grandi autori di epoca staliniana torna in libreria con una nuova traduzione. Bersaglio dello stile dissacrante di Planotov è il regime comunista in tutte le sue contraddizioni: il paese immaginario descritto in questo libro rappresenta una sorta di distopia della società comunista perfetta, una creatura grottesca e sgangherata, che riflette il tentativo fallito di conciliare ideali rivoluzionari e realtà.
Einaudi, 450 pp., 26 €. In uscita il 24 febbraio







mercoledì 18 febbraio 2015

Addio alla legge Levi sul prezzo dei libri? Editori e librai in rivolta

Dopo quella per l'Iva al 4% sugli ebook, un'altra battaglia sta arroventando il clima tra politica e mondo dell'editoria, e nei prossimi giorni ne sentiremo parlare sempre di più. Si tratta della Legge Levi, il provvedimento del 2011 che fissava il tetto massimo di sconto praticabile dai librai al 15%. Una legge che intendeva tutelare i piccoli editori e le librerie indipendenti che non possono permettersi gli sconti-monstre, fino al 30%, praticati dalle grandi catene e dagli store come Amazon.

Oggi la Legge Levi è a rischio, perché verrebbe sostanzialmente superata dall'approvazione del cosiddetto Ddl Concorrenza che verrà discusso forse già venerdì prossimo dal Consiglio dei Ministri e che poi passerà alle Camere per il voto. Nella bozza di legge è prevista l'abrogazione di quel tetto del 15%, il che farebbe tornare alla situazione antecedente al 2011, con la possibilità per ciascun libraio di fissare lo sconto che desidera sul prezzo di copertina.

consulenza gratuita per autori


martedì 17 febbraio 2015

Classifiche: i libri più letti negli USA

Facciamo in salto negli Stati Uniti e vediamo quali sono i fenomeni letterari del momento, grazie alla classifica "comnined print & ebook fiction" del New York Times.

1) Paula Hawkins, The Girl on the Train
Thriller psicologico di stampo hitchcockiano, scritto da un'esordiente, è ambientato a Londra e vede la protagonista Rachel, che conduce una vita abitudinaria da pendolare, finire al centro di un intrigo quando, dal finestrino del treno, assiste a un delitto.

2) E. L. James, Fifty Shades of Grey
Sull'onda del successo del film, torna prevedibilmente in classifica il primo volume della trilogia.

3) Kristin Hannah, The Nightingale
Ambientato in Francia durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale, è la storia di due sorelle, una che cerca di sopravvivere al conflitto trovando la forza nel quotidiano, l'altra che si unisce alla Resistenza.

4) Lisa Gardner, Crash and Burn
Un incidente d'auto, una donna che denuncia la scomparsa della propria figlia, che però secondo il marito non esiste, sono gli elementi che aprono il romanzo e porteranno a scoprire una serie di crimini.

5) Anthony Doerr, All The Light We Cannot See
Un altro romanzo ambientato nella Francia della Seconda Guerra Mondiale, stavolta i protagonisti sono una ragazza cieca e un ragazzo tedesco.


consulenza gratuita per autori

venerdì 13 febbraio 2015

Alla scoperta di… Collodi prima di Pinocchio

Ci sono i cosiddetti "autori di un solo libro", perché hanno saputo dire tutto in un'opera e non ne hanno dovuto (o potuto) scrivere altre. E ci sono autori che vengono ricordati per una sola opera, il loro capolavoro, pur avendo alle spalle altri libri. È sicuramente il caso di Carlo Collodi, universalmente conosciuto per essere l'autore de Le Avventure di Pinocchio.

Ma in quanti saprebbero elencare un'altra opera di Collodi a parte il celebre burattino? Eppure l'autore toscano è stato quanto mai prolifico prima (e, per la verità, anche dopo) aver scritto il suo capolavoro.

Carlo Lorenzini, in arte Collodi, iniziò la carriera nel giornalismo e nell'editoria già a 20 anni nel 1847, dopo essere entrato a lavorare in una libreria come commesso. Dieci anni dopo, nel 1856, inizia l'attività di scrittore pubblicando il dramma teatrale Gli amici di casa, ispirato a una storia vera, e soprattutto Un romanzo in vapore. Da Firenze a Livorno. Guida storico-umoristica. Nato come un opuscolo-guida per l'inaugurazione della Stazione Leopolda di Firenze, è un curioso poutpurri di generi, mescolando il romanzo d'appendice, la satira dei costumi e la guida di viaggio.

L'opera ottiene un buon successo e nel 1857 pubblica a puntate I misteri di Firenze, una sorta di parodia de I misteri di Parigi, rimasto però incompiuto al primo volume.

consulenza gratuita per autori


giovedì 12 febbraio 2015

Arriva LEA, gli ebook in streaming di Laterza

Da WAY TO ePUB:
Ormai è evidente, i servizi per lo streaming di ebook stanno prendendo piede anche in Italia. Dopo il lancio di Kindle Unlimited e l’esordio di Bookolico, la prima piattaforma italiana di ebook in streaming, le novità non si sono fatte attendere. Oggi parliamo di LEA, un nuovo progetto degli Editori Laterza, attualmente in fase di beta testing e in partenza a marzo.
Questa volta l’idea arriva direttamente da uno dei più longevi editori italiani, e le premesse lasciano ben sperare. Ecco di cosa si tratta.
Iscrivendosi a LEA si ottiene un mese di prova gratuita del servizio di streaming, dopo il quale si può scegliere tra l’abbonamento mensile (7,90€) e quello annuale (79,00€). Il lettore avrà a disposizione centinaia di titoli del catalogo Laterza – con buona pace di chi non ama la saggistica – e un numero crescente di novità. Ma l’aspetto interessante dell’iniziativa riguarda soprattutto la sua potenzialità “social”.
Autori e lettori avranno infatti la possibilità di arricchire i testi con note e commenti (che comprendono testo, audio, video e link), di condividerli, e quindi di visualizzare il libro sia in versione “tradizionale” che “aumentata”.



mercoledì 11 febbraio 2015

I libri in uscita in Italia: 12-19 febbraio 2015

Antoine Laurain, La donna dal taccuino rosso
Il libraio Laurent trova una mattina una borsetta da donna con dentro alcuni oggetti, tra cui un'agenda rossa. La donna, Laure, è stata aggredita e si trova in coma, ma nel frattempo Laurent "indaga" su di lei attraverso il contenuto dell'agendina.
Presto la ricerca diventa ossessione, e il libraio arriverà a rivolgersi allo scrittore Patrick Modiano pur di scoprire l'indirizzo di Laure e a entrare così nella sua vita.
Einaudi, 164 pp., 17 €. In uscita il 12 febbraio

Dario Crapanzano, Il giallo di via Tadino
Milano, 1950, quartiere Porta Venezia. Una donna quarantenne, madre di due figli, precipita dal quarto piano. Sembra un suicidio, ma il commissario Arrigoni non è convinto.
Ribattezzato "il Camilleri lombardo", il 75enne Dario Crapanzano, pubblicitario in pensione, viene ristampato da Mondadori dopo che i suoi romanzi avevano ottenuto un grosso e inaspettato successo locale per i tipi di Fratelli Frilli Editori.
Mondadori Strade Blu, 160 pp., 10 €. In uscita il 12 febbraio


consulenza gratuita per autori


martedì 10 febbraio 2015

Ebook da leggere: "Gli esploratori dell'infinito"

La nuova pubblicazione targata Landscape Books, e prima della collana Aurora, è disponibile sui principali store on-line. Curato anche questo da WAY TO ePUB come A Christmas Carol. Canto di Natale, Gli esploratori dell'infinito non è animato o interattivo ma declina in altro modo il concetto di "libri impossibili" che è la ragione di vita di Landscape Books.

Si tratta di un libro impossibile perché introvabile nei cataloghi, cartacei e non, da decenni, mai più ripubblicato dal 1933. Eppure Gli esploratori dell'infinito ha un duplice valore: letterario ma anche storico, perché è ritenuto il primo (o comunque tra i primissimi) romanzo di fantascienza italiano, e capolavoro di Yambo, al secolo Enrico Novelli, autore di libri per ragazzi di enorme fortuna nei primi decenni del XX secolo, quando per popolarità se la batteva con Emilio Salgari.

lunedì 9 febbraio 2015

Libri in uscita: "Vicarìa" di Vladimiro Bottone

Vicarìa è il titolo del nuovo romanzo di Vladimiro Bottone, edito per Rizzoli uscito il 27 gennaio.
Vicarìa è anche uno dei quartieri più malfamati di una Napoli di fine Ottocento dove si intrecciano le trame variegate di questo mistery-storico, filate con maestria da “medici avidi di carne giovane, funzionari corrotti, camorristi e sbirri cresciuti nello stesso fango”.

La storia raccontata dalla penna di Bottone inizia subito con un grido silenzioso, con un saluto alla vita precoce, troppo precoce: quello di Antimo, un orfanello del Reclusorio, o’ serraglio, così come viene chiamato, all’interno del quale indifesi e senza nome vengono tenuti in ostaggio da una società in procinto di stabilirne la destinazione futura, che sia quella di un degno esercito del re in cerca di soldati, le carceri, o l’aldilà sempre avido di nuove ombre. In questa Napoli fatta di vicoli scuri e di speranze mal riposte, scandite dal ritmo ossessivo delle estrazioni del lotto regio, emerge prepotentemente la figura del novizio ispettore e futuro commissario Gioacchino Fiorilli, pericolosamente ancora impregnato di ideali antiquati e scollati con le unghie, a sua insaputa, da una città perduta e ridisegnata nel caos della corruzione e dei suoi “Alberghi dei Poveri”, dove quell’umanità ancora superstite viene rinchiusa e spogliata di ogni cosa, perfino della dignità.

consulenza gratuita per autori

giovedì 5 febbraio 2015

I libri in uscita in Italia dal 6 al 12 febbraio 2015


Kyril Bonfiglioli, Mortdecai
In occasione dell'uscita dell'omonimo film interpretato da Johnny Depp arriva in Italia la serie di romanzi sulle avventure del mercante d'arte Charlie Mortdecai, dongiovanni un po' cialtrone, alle prese con clienti eccentrici ed esigenti. Questa volta viene assoldato da un miliardario americano interessato a un quadro di Goya: Mortdecai si ritrova improvvisamente nei guai quando il suo cliente muore in circostanze misteriose e i servizi segreti di vari Paesi gli danno la caccia...
Piemme, 266 pp., 16,50€. In uscita il 10 febbraio



Amos Oz, Contro il fanatismo
Tratto da tre interventi alluniversità di Tubinga, in questo saggio lautore affronta con lucidità lattualissimo tema del fanatismo. Smentendo i luoghi comuni e rivelando le radici più profonde del fenomeno, Oz ricerca le origini del fanatismo oltre la cultura islamica, al di là di ogni ideologia e credo, arrivando a scavare fra le pieghe più oscure della natura umana.
Feltrinelli, 80 pp., 6,00€. In uscita l11 febbraio